KEEP CALM AND MAKE THE SHOW

KEEP CALM AND MAKE THE SHOW

La Gilda delle Arti propone il corso per adulti «Keep calm and make the show».

 

La compagnia teatrale La Gilda delle Arti propone anche quest’anno un corso di teatro per adulti, volto alla messa in scena di un copione d’autore. Il corso consiste in quindici incontri a cadenza settimanale, della durata di circa due ore ciascuno. La presentazione del corso e dello spettacolo da inscenare è prevista per lunedì 9 ottobre 2017 alle ore 21.00, presso il teatro ipogeo di Sforzatica di Dalmine, frazione Santa Maria.

«Keep calm and make the show» è il nome della proposta che, quest’anno, La Gilda delle Arti offre a tutti i maggiorenni che desiderano mettersi in gioco e allestire uno spettacolo teatrale d’autore. Il progetto, con un pizzico di provocazione, vuole guidare gli allievi in un percorso in controtendenza: quello del lavoro ispirato agli attori “di una volta”, quelli cioè che non si cimentavano in performance di teatro sperimentale o d’avanguardia, bensì nello studio e nella messa in scena di copioni d’autore.

Per quanto vintage possa apparire la proposta, l’idea della compagnia è quello di offrire ai partecipanti un’esperienza di teatro che sappia unire il meglio della tradizione del tetro di prosa e le suggestioni più interessanti che insegna l’esperienza dei contemporanei, con la convinzione che, per creare nuove forme espressive, sia utile conoscere e vivere quelle che hanno fatto la storia del teatro.

Il progetto di quest’anno si pone come prosecuzione e, per certi versi, spin-off del percorso Keep calm and play Shakespeare intrapreso alla fine del 2015, un programma a lungo termine diretto a far conoscere le opere di W. Shakespeare attraverso l’allestimento di spettacoli quali «Romeo e Giulietta», «Molto Rumore per Nulla» e «Misura per Misura».

Il progetto ha riscosso negli ultimi due anni un’ottima accoglienza di pubblico, e ha fatto sì che la compagnia si orientasse nella proposta di altri spettacoli d’autore, come Goldoni e Moliere, di cui ha messo in scena «Il servitore di due padroni» e una rivisitazione de “L’avaro”.

Locandina