Infortunio sul lavoro a Carvico Muore un uomo di 52 anni
Gli appuntamenti
La magia dei laghi di Ponteranica Foto del Giorno La magia dei laghi di Ponteranica

Italia, quante
occasioni perdute

di Pino Roma
Italia, quante occasioni perdute

Negli ultimi anni vi sono state alcune favorevoli occasioni delle quali il nostro Paese avrebbe dovuto approfittare. Una delle più importanti si è presentata a seguito dell’introduzione dell’euro, che ha creato le condizioni per una lunga fase di tassi molto bassi, pari quasi allo zero. Ciò avrebbe dovuto favorire interventi di contenimento del nostro pesante debito pubblico, alla cui crescita avevano enormemente contribuito proprio gli interessi a due zeri degli anni Ottanta. Così, come sappiamo bene, non è stato. L’incontrastato prevalere del partito trasversale della spesa, ci fa trovare oggi a dovere fare i conti con un debito che è costantemente cresciuto fino a 2.278 miliardi, pari ad oltre il 130% del Pil.

Un paese devastato
dai piromani

di Francesco Anfossi
Un paese devastato  dai piromani

Disattenzione, vandalismo, criminalità, ignoranza atavica. Inutile cercare casi di autocombustione, che si realizzano solo con temperature superiori a 50 gradi, negli incendi boschivi che stanno divorando l’Italia senza tregua. Le cause, a parte qualche eccezione marginale, sono per metà dovute a eventi dolosi e per l’altra metà colposi. L’aspetto terribile di questa piaga è che è in continuo aumento. Dal 2010 nel nostro Paese è andata in fumo una porzione di territorio estesa come la regione Molise e solo in questo scorcio d’estate è bruciata un’area pari a quella della provincia di Venezia.

«Lavoro e maternità
più tutelati qui a Londra»

di Estella Beltramelli
«Lavoro e maternità più tutelati qui a Londra»

Manuela Ravasio, da Carvico alla capitale inglese dopo un passaggio a Barcellona e il giro del mondo. «Paura per gli attentati? Qui una reazione British». Ha 41 anni, originaria di Carvico e residente a Londra dal 2007, è Project Manager della Colt Technology Service, un’azienda di telecomunicazioni con sedi in 33 città d’Europa, in Giappone e a Singapore.

Smartphone cannibali
Creano dipendenza

di Diego Colombo
Smartphone cannibali Creano dipendenza

La crescita degli smartphone, nei dieci anni dal loro ingresso sul mercato, è stata del 536 per cento: nel solo 2016 ne sono stati acquistati 1,6 miliardi. Nello stesso periodo sono crollate le vendite di fotocamere (meno 66 per cento), navigatori (meno 80), lettori Mp3 (meno 87). Gli smartphone hanno avuto un effetto dirompente anche sui dispositivi non in aperta sovrapposizione, come le console di giochi e le tv ad alta definizione. Persino il mercato dei tablet rallenta, per effetto dei phablet (gli smartphone più tablet), con schermo più ampio, dai 5,5 pollici in su. In caduta anche le vendite di oggetti ben più antichi come orologi e torce. Addirittura dei chewing-gum.