«La frana mi è caduta davanti, immensa» Le impressionanti immagini del drone
Gli appuntamenti
«Belle al bagno» a Monasterolo Foto del Giorno «Belle al bagno» a Monasterolo

L’ondata populista
scuote la Merkel

di Alberto Krali
L’ondata populista  scuote la Merkel

Il partito di estrema destra Alternative für Deutschland con il 13,4% è la terza forza politica nel neo eletto Parlamento tedesco. Si distingue nel paesaggio politico europeo per un ritorno ai valori della tradizione politica conservatrice: appartenenza nazionale, ordine e sicurezza. La stabilità politica, il benessere dei cittadini tedeschi, la conquista del primato economico in Europa, la piena occupazione ormai acquisita, non sono bastati a molti elettori per rinnovare la fiducia ad Angela Merkel. I cristiano-democratici della Cdu hanno perso circa l’8% e con circa il 33% dei voti conseguono il peggior risultato dal 1949, anno di fondazione della Repubblica federale.

Governo Telecom
Una storia italiana

di Pino Roma
Governo Telecom Una storia italiana

A breve Palazzo Chigi sarà chiamato a prendere posizione sulle vicende della francese Vivendi che, dallo scorso anno, ha assunto il controllo di Telecom. Vivendi segna l’epilogo di una lunga storia che ha inizio nel 1997 quando il governo Ciampi decise di vendere il 35,26 per cento di Telecom, costituita nell’agosto 1994 con l’incorporazione di 5 società: Sip, Iritel, Telespazio, Italcable e Sim. L’operazione, definita la «madre di tutte le privatizzazioni», consentì al governo di ottenere in extremis l’ammissione dell’Italia all’euro fin dalla fase iniziale.

Freuler, l’uomo
che salva in extremis

di Andrea Benigni
Freuler, l’uomo che salva in extremis

La Fiorentina è indigesta all’Atalanta? Un po’ sì, ma, mastica e mastica, alla fine la banda del Gasp è riuscita a digerire una serata che era diventata un muro contro cui andare continuamente a sbattere. Encomiabili i nerazzurri a non mollare mai, trasformando il quarto d’ora finale in un assedio (la sconfitta non ci stava proprio).

«Qui in Svezia
lavoro e sostegno»

di Estella Beltramelli
«Qui in Svezia lavoro e sostegno»

«Vivere qui ci ha fatto cambiare la scala delle priorità. Adesso sappiamo che non è necessario correre sempre come pazzi e che esiste un equilibrio tra il lavoro e la famiglia, perché fare figli qui a Stoccolma è la cosa più naturale del mondo». Quindici mesi di licenza parentale che spesso i genitori scelgono di dividersi equamente: dopo i primi 7 mesi e mezzo la mamma torna a lavorare e il congedo lo prende il papà. Questa è la Svezia.

Il Giro a Gerusalemme
Una folata di pace

di Diego Colombo
Il Giro a Gerusalemme Una folata di pace

È una bella notizia la partenza del Giro d’Italia dell’anno prossimo, il primo dopo l’edizione del centenario con le memorabili giornate bergamasche, da Gerusalemme. Con tre frazioni magnifiche: una cronometro di 10 chilometri nella Città Santa, tra saliscendi e curve; una tappa da Nord, la Haifa–Tel Aviv, dalle alture al lungomare; un’altra, la Be’er-Sheva–Eilat, che si addentrerà nel deserto del Negev per arrivare sul Mar Rosso.