Lunedì 10 dicembre 2012

Tu cosa vorresti per Natale?
Gettonato il cesto di alimentari

Il regalo più gettonato per il Natale 2012? Un bel cesto di prodotti agroalimentari. Lo spettro della recessione e il calo del potere d'acquisto rendono tutti più oculati e – anche a Bergamo – si punta al regalo utile. E cosa c'è di più utile dei prodotti alimentari e delle specialità enogastronomiche magari legate al territorio e alle tipicità regionali?

La prima conferma viene da Coldiretti, secondo la quale il cesto di prodotti alimentari tipici è in cima ai desideri del 52% degli intervistati. Segue, al secondo posto, l'abbigliamento con il 13%, poi libri e dvd col 12% e, fanalino di coda, le ultime novità dell'informatica. Coldiretti spiega che «gli italiani acquisteranno prodotti tipici per oltre 2 miliardi di euro proprio per effetto della tendenza verso i prodotti alimentari di qualità da regalare a se stessi o agli altri».

Troviamo conferma anche a Bergamo, dove è attivo Mangiartipico srl, portale on line che propone prodotti bergamaschi selezionati, venduti esclusivamente attraverso internet (www.mangiartipico.it), un sistema che nel resto del mondo ha numeri ampiamente consolidati e che, grazie al miglioramento dei sistemi di sicurezza, sta prendendo sempre più piede anche in Italia, con margini di crescita che Moma, la società bergamasca creatrice del portale di «cose buone», giudica estremamente interessanti.

E tu cosa vorresti per Natale? Vai su «commenta»

r.clemente

© riproduzione riservata

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
artcol scrive: 10-12-2012 - 14:48h
Ne aprofitto di questo articolo per segnalare una publicità che, ritengo, in un periodo dove le famiglie fanno fatica a mangiare, vergognosa. E'una pubblicità che ho sentito x radio ed è proposta da una banca nazionale famosa che, saltando tutta la scenetta, alla fine cita così:" A Natale non conta solo il pensiero! Se hai problemi di liquidita la Banca XXXXXXX ha aperto un prestito apposito per i tuoi regali di Natale. Così non farei restare male chi si aspetta da te il dono desiderato" E' vergognoso che le banche utilizzino il Natale ed inculchino nella testa dei poveri padri di famiglia che se non soddisfi le aspettative sei.... agli occhi di chi ti è più caro. Spero che questa mia arrivi agli occhi anche di qualche garante e multi la banca incriminata Mario Colombo