Lunedì 08 luglio 2013

Arcene, spaccata in gioielleria
Ladri ripresi dalle telecamere

Hanno faticato parecchio per tagliare la saracinesca con le cesoie, sfondare due porte a vetri ed entrare nella gioielleria: ma hanno fatto scattare l'allarme e sono scappati in fretta e furia portando via un bottino di circa tremila euro.

Un'altra spaccata ad Arcene, nella notte tra sabato e ieri, da «Zanetti gioielli» in piazza San Michele. I ladri sono entrati in azione alle 4 e sono stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza. Si vedono due persone, con i volti coperti da cappellini e foulard, che con una grossa cesoia tagliano la saracinesca, mentre il terzo fa da palo.

I due rompono le porte a vetri ed entrano nel negozio: l'allarme comincia a suonare e si vede uno dei ladri che prende a calci le vetrine e fa man bassa di tutto ciò che trova: bigiotteria e sveglie d'argento, orologi di fascia economica. Non fa in tempo, però, a cercare la cassaforte, dove il titolare ha messo i gioielli più costosi.

I rumori, infatti, nel frattempo hanno svegliato la titolare cinese del bar del Santuario, che si trova proprio di fronte alla gioielleria. La donna si è affacciata alla finestra e il terzo complice le ha scaglia contro una bottiglietta d'acqua. I tre sono quindi fuggiti in direzione di via Peschiera. L'allarme è collegato con i carabinieri di Treviglio e il titolare del negozio, che abita a Ciserano, ma quando sono arrivati i ladri erano già lontani. Il valore della merce rubata si aggira intorno ai tremila euro, la stessa cifra dei danni procurati alle vetrate e alla saracinesca.

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags
Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Gery72 scrive: 08-07-2013 - 20:16h
...la solita storia, nessuna tutela alla gente onesta !!!