Diesel Euro 2, gli antiparticolato
non si possono installare sulle auto. Partecipa la forum

Ancora tanta confusione sul filtro antiparticolato e sulle Diesel Euro 2 da quest'anno inserite nell'elenco delle auto più inquinanti che per la Regione Lombardia, dal 15 ottobre e fino al 15 aprile, non potranno circolare in tutto il territorio compreso nella cosiddetta «area critica» (Bergamo e i comuni vicini) nelle ore diurne. Il Pirellone ha stabilito una deroga solo per gli autocarri che montano filtro antiparticolato (Fap) mentre niente deroga, nonostante le comunicazioni dei giorni scorsi, per le automobili, per le quali non è però possibile installare nessun filtro omologato.

Come confermano tutte le officine interpellate e l’Aci di Bergamo, i filtri antiparticolato in commercio possono essere installati solo sugli autocarri, e non sulle automobili. Questo significa che, se si possiede un autocarro Euro 2 diesel, si può fare installare un filtro antiparticolato (in Italia li vende solo Pirelli e costano dai 5.000 agli 8.000 euro) usufruendo degli incentivi regionali e risparmiando così il 60%. Se si possiede invece un’automobile Euro 2 diesel, è inutile cercare filtri antiparticolato, perché attualmente non è possibile installarli. Per cui o si cambia auto (per chi se lo può permettere), usufruendo degli incentivi (il bando prevede l’utilizzo di un Voucher per un importo pari a 3.000 euro nel caso di sostituzione di un mezzo inquinante oppure di 600 euro nel caso di installazione di un impianto a metano/GPL) oppure si cercano due compagni di viaggio, perché in caso di almeno tre persone sull’auto inquinante, scatta la deroga al divieto di circolazione.

Ultimo avvertimento: inutili anche le ricevute di acquisto del filtro o gli atti di prenotazione, come annunciato in un primo momento dalla Regione. Anche questi escamotage non saranno ammessi per circolare.

INFO UTILI
Il fermo della circolazione sarà in vigore dal 15 ottobre al 15 aprile 2010, dal lunedì al venerdì (escluse le giornate festive infrasettimanali) dalle 7,30 alle 19,30.
Nella Bergamasca il divieto si applica esclusivamente nel territorio dei seguenti comuni: Albano Sant’Alessandro, Alzano Lombardo, Arcene, Azzano San Paolo, Bergamo, Boltiere, Brembate, Brusaporto, Canonica d’Adda, Ciserano, Curno, Dalmine, Filago, Gorle, Grassobbio, Lallio, Montello, Mozzo, Nembro, Orio al Serio, Osio Sopra, Osio Sotto, Pedrengo, Ponte San Pietro, Ponteranica, Pontirolo Nuovo, Ranica, San Paolo d’Argon, Scanzorosciate, Seriate, Stezzano, Torre Boldone, Torre de’ Roveri, Treviglio, Treviolo, Verdellino, Villa di Serio. I veicoli interessati al fermo della circolazione sono gli Euro 0 a benzina o diesel, Euro 1 diesel, Euro 2 Diesel, motoveicoli e ciclomotori a due tempi Euro 0.

© riproduzione riservata

Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito.

I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati

Accedi al sito per commentare

I commenti dei lettori (15)

  • 15 | mestenio - Messaggi (1) - 07-10-2009 - 12:58h

    spett. redazione e cari commentatori sul forum del l'eco di bergamo. La presa in giro della Giunta Formigonica sui filtri antiparticolato, e tutte le arzigogolate decisioni che si aggiungono come una telenovela, ogni giorno, dovrebbero partire, e purtroppo non lo fanno (sono politici italiani), da un presupposto totalmente scientifico: I filtri antiparticolato, non trattengono nulla. Semplicemente frammentano le polveri riducendole a dimensioni nanometriche, molto più insidiose per la salute. Questo non lo dico da tempo solo io che sono “anche” illustratore, ma il dott. Stefano Montanari (e sua moglie la ricercatrice dott Antonietta Gatti), che da anni sono i massimi esperti in Italia e anche nel mondo (visto che si sono occupati delle patologie legate alle inalazioni di polveri nel disastro delle twin towers), tutto realizzato con i microscopi elettronici a scansione ambientale. Se leggete l'ultimo libro di Montanari (Il Futuro Bruciato), scoprirete che le auto più nuove e recenti, inquinano e danneggiano la salute più di quelle vecchie. Chiedete alla giunta Formigonica di smetterla di prendere per i fondelli i Lombardi. svegliatevi gente!! Informatevi e scoprirete quanto è profonda la buca del bianconiglio! Saluti. Vilfred Moneta

  • 14 | cgerali - Messaggi (1) - 07-10-2009 - 02:09h

    scusate, ma quando ho acquistato la mia multipla, mica c'era la data di scadenza...

  • 13 | Gery72 - Messaggi (546) - 06-10-2009 - 22:45h

    ... la solita ladrata italiana!!! Perchè allora non ci regalano una delle loro "auto blu"... visto che ne esistono quasi 700000???? Quelle non inquinano ??? Io ho un euro 4 con fap... ma nelle giornate ecologiche non posso circolare.... devo prendere un' euro 5 allora??? ok datemi i SOLDI !!! Grazie.

  • 12 | goku774 - Messaggi (1) - 06-10-2009 - 22:34h

    nn sanno piu come rubare i soldi alle persone...... ridicoli come fara un "povero" operaio a potersi permettere di comprarsi una macchina nuova con uno stipendio medio che prende un operaio in italia.... se arriva appena a pagarsi il mutuo/affitto che sia......

  • 11 | marcopolini1 - Messaggi (6) - 06-10-2009 - 15:32h

    Purtroppo i soldi per cambiare l'auto (immatricolata nel 2002 e 8000 KM/ANNO)non li ho e con il contributo regionale al massimo trovo un usato che se va bene il prossimo anno è anch'esso fuori norma..... mi giocherò la lotteria del vigile: se non lo trovo sul percorso casa-lavoro-casa ho vinto!!!!!

  • 10 | valy.beppe - Messaggi (2) - 06-10-2009 - 13:04h

    Ma chi ha deciso che il contributo era solo per gli Euro 2 fino al 1999 ? e chi ha deciso di bloccare tutto l' Euro 2 senza pensare che le persone in possesso dell' Euro 2 anno 2000 come me aspettassero la nuova legge per poter beneficiare del contributo e cambiare auto ? E ora .... l'auto non si compra in 2 giorni.

  • 9 | 79560sfriso - Messaggi (1) - 06-10-2009 - 11:57h

    Indignato ed amareggiato per quanto sta succedendo in merito al divieto di circolazione dei diesel euro 2. Utenti confusi dalla poca chiarezza e dalle tante beffe. Nel bel mezzo della crisi economica i proprietari dei diesel euro 2 sono costretti a cambiare vettura e a rivedere il budget familiare che per molti è già troppo risicato dalle spese ordinarie. Non mancheranno i distingui tra chi potrà accedere al contributo regionale, perchè residente nella zona A1, e chi no. Con che soldi, in questo di momento di crisi economica particolarmente acuta, le famiglie si potranno permettersi una auto nuova (o usata)??? Questa è una coercizione, un atto di forza nei confronti degli automobilisti. E intanto la viabilità è oltre il collasso....al mattino per entrare in città dalla val brembana, per fare 6/7 km ci vogliono dai 30 ai 40 minuti. Dove e quali sono le misure alternative al traffico e all'inquinamento che La Regiione Lombardia proprone??? La Regione Lombardia vuole il blocco dei deisel euro 2?? Allora garantisca un servizio pubblico alternativo valido ed efficace senza gravare economicamente sul citatdino (.....vedi bus navetta alle porte della città dalle 7.30 alle 1930))). Non si può impedire alla gente di recarsi al lavoro vietando l'utilizzo del proprio veicolo soprattutto per tutti coloro che in questo momento un lavoro (per fortuna!!!) ce l'hanno e non vorrebbero perderlo......

  • 8 | alan masseroli - Messaggi (1) - 06-10-2009 - 11:31h

    E devo anche pagare il bollo... Sono un'automobilista inc....to, così recita il mitico Joele e purtroppo lo siamo in molti . Io lo sono perchè odio le contraddizioni, la regione ci obbliga a cambiare l'auto perchè inquina e sono d'accordo ...per la nostra salute , logicamente dovrebbe calcolare le possibilità economiche di tutti, ma se riflettiamo un'attimo di cosa ci accorgiamo...? la nostra auto per la regione inquina dal 15 ottobre al 25 aprile 2010,solo dalle ore 7,30 alle 19,30 dal lunedì al venerdì e nelle fetività infrasettimanali, l'assurdo.... se trasporto oltre me altre due persone nelle ore di divieto mi è permesso circolare(quindi non inquino?). Proposta :dato che la regione ci obbliga anche a pare il bollo x 365 giorni,perchè non è così onesta e ci rimborsa i circa 90 gg ovvero 3 mesi che è più o meno l'eqiuvalente della somma delle ore che la nostra auto che inquina solo per 12 ore al giorno come dice la regione.... Non è per i soldi del bollo che alla fine non vedremo mai e che in confronto ad un'auto nuova sarebbero briciole, è per sottolineare come ogni giorno ci prendono ingiro. Alan

  • 7 | mascarettig - Messaggi (1) - 06-10-2009 - 10:17h

    Ma se c'è un aeroporto sopra la città, praticamente tutto il traffico merci sulle strade con camion che passano in mezzo ai paesi con tubi di scarico ad altezza passeggino dei bambini, treni improponibili, praticamente nessuna pista ciclabile .... E poi queste regole per chi sarebbero? Non penso siano per tutta l'Italia ..Chi le ha scritte? Formigoni e dettava Marchionne? POLITICANTI E' ORA DI SMETTERLA SIETE AL GROTTESCO!

  • 6 | gvzlcu - Messaggi (3) - 06-10-2009 - 10:15h

    Hai proprio ragione Malios. Anch'io ho dovuto cambiare l'auto lo scorso mese perché è già un anno che sapevo della circolare. Purtroppo in Italia fino a quando non si sbatte il naso non ci si muove ed anche in questo caso ci si è svegliati un mese prima dell'entrata in vigore della circolare. Volevo inoltre aggiungere che nella circolare è specificato che il filtro antiparticolato lo possono montare solo gli autocarri e le vetture ad uso di lavoro. Quindi i privati cittadini non possono fare altro che cambiare l'auto o non utilizzarla durante la settimana!!!

  • 5 | gvzlcu - Messaggi (3) - 06-10-2009 - 10:09h

    Hai proprio ragione malios. Anch'io ho dovuto cambiato l'auto il mese scorso per lo stesso motivo. E' da un anno che si sa ma nessuno ha mosso un dito se non 15 giorni prima dell'entrata in vigore della circolare!! Anche il filtro (come si legge nell'ordinanaza) si può applicare alle sole vetture ed automezzi di uso commerciale. Quindi i privati si devono rassegnare a cambiare auto o a non usarla!!

  • 4 | raffaellalella - Messaggi (1) - 06-10-2009 - 10:08h

    Sono proprietaria di un'auto Diesel Euro 2, la usiamo io e mio marito, essendo l'unica auto, per andare a lavorare. Credono forse qui geni della Regione che ci divertiamo ad avere un'auto di 10 anni, e che se potessimo non la cambieremmo volentieri con una più "in"? Invece abbiamo un mutuo da pagare!!!! Dove li trovo i soldi per un altro mutuo???

  • 3 | annarosa - Messaggi (1) - 05-10-2009 - 22:14h

    E' assurdo quello che sta succedendo. Una famiglia in un baleno deve decidere di cambiare auto!!!! l'assurdo è che poi la stessa la ritroviamo magari in calabria piuttosto che in sicilia e li allora va sempre tutto bene! Una domanda: sulle strade provinciali extraurbane che passano nei comuni della Zona A1 si può circolare? esempio se da Treviolo devo andare a Trescore piuttosto che a Villa d'Almè (Comuni non zona A1) utilizzando la Villa d'almè Dalmine o la supestrada che da Treviolo va a Trescore è possibile? Grazie in anticipo della risposta. AR

  • 2 | baleani_m - Messaggi (1) - 05-10-2009 - 21:52h

    ...fateci sapere quali sono i parcheggi di interscambio che possono essere raggiunti con le euro2 visto che i vigili di bergamo non rispondono alle email (vedi sotto). Grazie ------------------------------------------------------------------------- From: baleani_m To: dmagliano@comune.bg.it Subject: richiesta informazioni parcheggi d'interscambio Date: Sun, 27 Sep 2009 08:30:02 +0200 Buongiorno, vorrei cortesemente conoscere quali sono i parcheggi d'interscambio esclusi dal fermo della circolazione relativo alle disposizioni antiinquinamento perchè non contemplati dalla cartografia pubblicata sul sito del comune di BG (http://test.comune.bergamo.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=4991 ) Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.

  • 1 | malios - Messaggi (4) - 05-10-2009 - 20:59h

    ma voi arrivate adesso con l'inchiesta? perche non l'avete fatta un anno fà quando e stata fatta la legge regionale?io ho dovuto sostituire l'auto perchè gia lo si sapeva che non era possibile installare il filtro antiparticolato sull'euro 2 ma allora non faceva notizia

Oggi in Edicola

al cinema

Vivi Bergamo

SPM
PubblicitàSPM
SpecialiSPM
Pubblicità

I Comuni Bergamaschi