L’effetto passerella si fa sentire sul lago «Incassi per 88 milioni di euro»

L’effetto passerella si fa sentire sul lago
«Incassi per 88 milioni di euro»

In tutto 4,2 milioni di euro al giorno. È il valore che l’opera d’arte di Christo The Floating Piers ha generato sul territorio del Sebino fra il 18 giugno e il 3 luglio scorsi.

A calcolarlo è stata la società Jfc di Faenza, una società specializzata nella consulenza e nel marketing turistico, la stessa che, alla vigilia, aveva previsto una ricaduta economica pari a tre milioni di euro al giorno sulla base dei 500 mila visitatori previsti. «Invece – spiega Massimo Feruzzi, amministratore unico di Jfc e responsabile della ricerca – ne sono arrivati un milione e 200 mila (i passaggi sull’opera sono stati un milione e mezzo, ndr) e i benefici economici sono stati di conseguenza superiori alle attese».

«The Floating Piers è stato e resterà un evento irriproducibile – aggiunge Feruzzi – che è stato capace di portare sul lago d’Iseo 808.900 persone che non vi erano mai state prima. Complessivamente le imprese del territorio hanno incassato in questi sedici giorni ben 88 milioni e 111 mila euro: di questi, esattamente il 76,5%, pari a 67 milioni 426 mila euro, sono stati fatturati grazie all’evento. In sostanza, il fatturato giornaliero complessivo, generato da The Floating Piers, è stato di circa 4,2 milioni di euro».

La cifra è stata ricavata dalla società intervistando 116 operatori del settore turistico (proprietari e gestori di alberghi, ristoratori e baristi, commercianti e proprietari di seconde case o bed & breakfast) e incrociando le loro risposte i dati ufficiali rilasciati dalla società che ha curato l’installazione dell’opera, con i numeri della Navigazione Lago d’Iseo e con le statistiche della Provincia di Brescia.

Le imprese che hanno ottenuto i risultati percentualmente migliori sono stati i ristoranti e le attività di somministrazione bevande ed alimenti. Per queste attività la nuova clientela ha rappresentato, in occasione dell’evento, ben il 91,3% del totale degli ospiti. Tra i clienti dei ristoranti, il 57,9% erano italiani, mentre il restante 42,1% erano stranieri, tedeschi in primis.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 24 luglio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (4) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Paolo Milella scrive: 24-07-2016 - 20:49h
Caro Roberto Trabucchi, nessuno rosica niente ci mancherebbe...un po' di commercio fa bene a tutti. Purtroppo proprio sabato sera sono stato nella zona della ex passerella e non c'era anima a parte qualche sporadico turista e qualche coppietta che passeggiava alla luce della luna. L'evento è passato, i selfies sono fatti e nessuno tornerà anche solo per dire "qui c'era la passerella". Sic transit gloria mundi
MARIO PESENTI scrive: 24-07-2016 - 18:09h
I rosiconi si scateneranno di nuovo. L'Artista ci ha guadagnato, i Commercianti....pure, gli Enti Locali anche, quindi tutti scontenti? Lamentarsi sempre, contenti mai! Saremmo Campioni non del Mondo ma dell'Universo conosciuto e no! Oggi c'è il sole e qualcuno voleva la pioggia per non sudare....peccato.
amilcare rossi scrive: 24-07-2016 - 14:15h
. . . .perso niente, anzi fatto bene a non andarci !!!
MattiaPrevitali
Mattia Previtali scrive: 24-07-2016 - 17:52h
Grazie per avercelo detto ! E' molto inerente con l'articolo e ora che l'ha detto stiamo tutti meglio ! Grazie , grazie di cuore
usmano catullo scrive: 24-07-2016 - 12:11h
con bottiglie di acqua naturale mezzo litro a 2,6 euro......alla faccia dei ritocchini,però è pure vero che il prezzo lo fa la domanda
Damiano Valoti scrive: 24-07-2016 - 13:29h
La vita media delle persone, però, è di 80 anni ormai! Ci vorrebbe una passerella all'anno, per 80 anni, per poter campare tranquillamente la propria esistenza da dettagliante o da attività ricettiva o di ristorazione! Tutti gli altri, ancora in fabbrica o ai call center a tre euro all'ora!
Flavio Gallizioli scrive: 24-07-2016 - 14:59h
Al banco del negozio appena arrivati su mont'Isola l'acqua 0,5 L costava 1 €....... e c'erano anche le fontanelle..
Damiano Valoti scrive: 24-07-2016 - 21:56h
@Flavio Gallizioli: chiosco salendo verso la Rocca, 2 birre piccole (bicchiere plastica piccolo) 8.00 €