Mai fatto la ciclabile della Val Brembana? Percorrila tutta «in sella» con noi - video
La ciclabile della Val Brembana

Mai fatto la ciclabile della Val Brembana?
Percorrila tutta «in sella» con noi - video

Se non avete mai avuto l’opportunità di percorrere la pista ciclabile della Val Brembana ora potete farlo... comodamente seduti.

La nostra rivista green «eco.bergamo», che torna in edicola domenica, gratis per i lettori de L’Eco di Bergamo ci porta questa volta alla scoperta di un percorso tutto da gustare.

Ventidue chilometri per percorre i quali serve circa un’ora e mezza, lasciandosi accarezzare dalla lieve brezza della media montagna. Un viaggio che possiamo fare stando lontani anni luce dal trambusto del traffico cittadino e dai pericoli della strada provinciale. Una chicca che forse è ancora troppo poco conosciuta.

Guarda il video e percorri la ciclabile con Federico Biffignandi

Da Bergamo sono 38 chilometri, ma si può arrivare in auto fino a Zogno, dove un ampio parcheggio consente di lasciare l’auto e imboccare subito il percorso che ci porta anche attraverso le gallerie nelle quali sbuffava il trenino della valle.

Il ponticello di Lenna: unico punto dove bisogna necessariamente mettere il piede a terra

Il ponticello di Lenna: unico punto dove bisogna necessariamente mettere il piede a terra

La strada nel complesso sale continuamente (pendenza media del 3%, meno delle Mura per avere un’idea). L’arrivo è due passi da Piazza Brembana, dove un bel parco permette di rifocillarsi e godere del giusto riposo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Crik Crok scrive: 03-07-2016 - 09:40h
Realizzata inutilmente perche'tanto i ciclisti preferiscono rischiare la vita facendo le gallerie e respirare lo smog..poi li chiamano "amanti della natura"....
mauro rossi scrive: 06-07-2016 - 00:56h
lo dice lei, intanto d'estate è piena di gente.
wilbur
Claudio Chersovani scrive: 31-07-2016 - 13:32h
Da ciclista amatoriale in bici da corsa o specialissima (ho corso tre granfondo Gimondi )dico: e' vero non capisco perche' tanti ciclisti preferiscono la pericolosa provinciale ( e vero che la velocita' media sulla ciclabile non puo' essere elevata come sulla provinciale , per i pedoni o per le famigliole in bici)pero' eviti i pericoli di camion e gallerie con auto a tutta velocita'. Personalmente utilizzo sempre la ciclabile per poi uscire a San Giovanni Bianco e fare la Val Taleggio.