Alla Millegradini c’è L’Eco café E aspettiamo foto e video social

Alla Millegradini c’è L’Eco café
E aspettiamo foto e video social

Appuntamento domenica 17 settembre per la 7ª edizione della corsa su e giù per le scalette di Bergamo.

Domenica 17 settembre torna per il settimo anno consecutivo la Millegradini, la corsa che si snoda lungo le vie e le scalette che collegano città bassa al borgo antico ed ai suoi colli, attraversando siti e luoghi storici ed artistici di cui i bergamaschi spesso hanno perso la memoria. A sostenere la manifestazione e contribuire alla sua organizzazione anche L’Eco di Bergamo che segue sia il percorso agonistico sia quello dedicato a chi vuole semplicemente passeggiare, riscoprendo le bellezze della città e apprezzando ancora una volta quelle che ormai sono diventate un Patrimonio dell’Umanità, vale a dire le Mura Venete recentemente dichiarate tali dall’Unesco.

Come sempre, a raccontare l’evento c’è la redazione mobile de L’Eco café , con le immancabili miscele di caffè offerto dalla torrefazione artigianale Poli, gli abbonamenti in offerta esclusiva in partnership con Iper e tanti giochi e gadget. Accanto a L’Eco café, infatti torna lo Zafferano Leprotto, lo storico marchio dedicato alla spezia gialla che propone il suo carico di regali: palloni da calcio, ricettari e vassoi, griffati con l’effige del simpatico leprotto che da più di cinquant’anni contraddistingue l’azienda milanese.

Accanto a loro anche i giochi storici dell’Associazione Culturale Dindoca, il gruppo di appassionati che quest’estate ha fatto riscoprire a tutti un passatempo antico come quello del «fachiro» e che arriva alla Millegradini con un carico di giochi in legno di ieri e di oggi per far divertire generazioni a confronto.

Immancabili le cartoline di Storylab che raccontano la memoria di Bergamo in bianco e nero attraverso le testimonianze raccolte dai cittadini stessi e gli abbonamenti a L’Eco di Bergamo, legati a doppia mandata con l’offerta Iper. Direttamente allo stand de L’Eco café, infatti, è possibile acquistare un trimestrale sei giorni a 55 euro (invece di 82 euro) unito all’omaggio di cinque buoni spesa Iper del valore totale di 50 euro.

Una festa per tutti, aperta anche a chi non può salire o scendere gradini, grazie alla «Zerogradini», un percorso sociale assistito che offre la possibilità di visitare comunque alcuni dei luoghi più significativi raggiunti dalla manifestazione. Dall’anno scorso, inoltre, si è aggiunta la BCT – Bergamo City Trail Millegradini – gara regionale Fidal a coppie che, grazie alla collaborazione con A.S.D. Runners Bergamo, aumenta ulteriormente il livello di «adrenalina».

E quest’anno l’impegno de L’Eco di Bergamo e di Orobie nella copertura dell’evento Millegradini sarà ancora più intenso e interattivo. Al lavoro della redazione presente in Colle Aperto nella postazione de L’Eco café, si affiancherà il contributo dei partecipanti alla manifestazione, coinvolti nella campagna «Facce da Millegradini». Un’interazione social costante che permetterà di raccontare al meglio la manifestazione, realizzando un vero e proprio album di immagini con i volti e la tenacia di chi avrà reso speciale questa 7ª edizione.

Chiunque si trovi ad affrontare il percorso della Millegradini sarà invitato a documentare la propria esperienza, inviando selfie, immagini e video ai canali attivati per l’occasione. La Millegradini 2017 avrà un numero di telefono dedicato, attivo da domenica – il 338 5075101 – a cui sarà possibile inviare contenuti tramite Whatsapp e Telegram, oppure gli utenti potranno scrivere all’indirizzo mail millegradini@orobie.it. Tutte le foto e i video saranno ricevuti in tempo reale dalla redazione del giornale che provvederà a pubblicarli sul sito di Orobie nella sezione dedicata alla Millegradini e raggiungibile direttamente dalla home page del sito de L’Eco di Bergamo. In questo modo sarà possibile creare un vero e proprio diario dell’evento. Ogni foto potrà essere inviata da sola o corredata da un commento, potrà rappresentare gli stessi partecipanti o gli ambienti riscoperti attraverso la corsa nel cuore culturale della città. Le storie più belle saranno raccolte anche dai giornalisti presenti, segnalate alla redazione de L’Eco café, e potranno diventare vere e proprie testimonianze di questa edizione sulle pagine del quotidiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA