La mamma licenziata Continua il muro contro muro
Lo sciopero alla Reggiani Macchine

La mamma licenziata
Continua il muro contro muro

L’incontro tra direzione e Fiom che tutela la lavoratrice è stato brevissimo: poco più di un quarto d’ora.

Ancora muro contro muro nella vicenda legata alla mamma che ha ricevuto la lettera di licenziamento dalla Reggiani Macchine di Grassobbio. L’incontro tra direzione e Fiom che tutela la lavoratrice è stato brevissimo: poco più di un quarto d’ora. «Pensavamo che dopo il frastuono mediatico che questa vicenda ha giustamente generato, potesse prevalere il buon senso, invece Reggiani è arrivata al tavolo solo per illustrarci una proposta di incentivo.Ma noi vogliamo che questa mamma venga reintegrata e la procedura ritirata: non ci sono possibili alternative» spiega Andrea Agazzi della Fiom-Cgil

Qui però i pareri discordano, perché pare che la proprietà (che non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali), oltre a puntare in prima battuta soprattutto sull’incentivo, avrebbe potuto valutare anche l’ipotesi di una ricollocazione. Nella mattinata di martedì 30 maggio nuova assemblea dove il sindacato spiegherà ai lavoratori l’evoluzione della vicenda per studiare eventuali nuove forme di mobilitazione.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 30 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (5) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
aldotombini
Aldo Tombini scrive: 30-05-2017 - 10:50h
ho i miei dubbi che sia un licenziamento inregolare ................
Graziano Rosponi scrive: 30-05-2017 - 10:43h
Ancora non sono state rese note le motivazioni del licenziamento. È possibile conoscerle o è un segreto di Stato? (Oddio, se fosse tale l'avremmo già saputo)
Andrea Pontiggia scrive: 30-05-2017 - 09:59h
Mah...prima di giudicare e gettare la croce addosso bisognerebbe conoscere bene la vicenda e la versione di entrambe le parti
paolo Trabattello scrive: 30-05-2017 - 09:22h
Signora Rosanna, col suo commento intende dire che sicuramente la mamma non è seria? mi meraviglio che proprio una donna faccia un commento simile, come fosse una novità la discriminazione verso le donne nelle aziende. Tra l'altro nelle foto di donne, nemmeno l'ombra. E nemmeno di impiegati.
Vedi tutti i commenti