Arona, il crossover Seat adatto per tutti i tracciati

Arona, il crossover Seat
adatto per tutti i tracciati

Attesa da tempo, come compagna più piccola di Ateca, Seat Arona è stata svelata ala stampa internazionale. La Casa spagnola fa il suo ingresso anche nel mondo dei crossover. A settembre poi, in occasione del Salone dell’Automobile di Francoforte, il nuovo modello verrà presentato al grande pubblico.

Arona è il terzo modello lanciato dal Brand spagnolo in questo 2017. Dopo la Leon e la nuova Ibiza, tocca al nuovo Suv compatto arricchire la gamma nel momento della più grande offensiva di prodotto mai intrapresa dalla Casa di Martorell, che include anche la Ateca e un Suv di grandi dimensioni in arrivo nel 2018. La nuova Arona si posiziona come una <sorella più piccola> nella gamma dei Suv, combinando i vantaggi delle dimensioni compatte, così utili in città, con le caratteristiche tipiche di un crossover, perfette per andare oltre le zone urbane. La nuova vettura vuole essere elegante, spaziosa e confortevole durante la settimana lavorativa e, nel contempo, avventurosa, robusta, sportiva ed efficiente nel fine settimana. Il tutto combinato con tecnologie per la sicurezza e la connettività appartenenti a segmenti superiori, con l’inconfondibile design SEAT, oltre alle numerose soluzioni di personalizzazione possibili. La Arona, prodotta esclusivamente a Martorell – lo stabilimento con il volume di produzione più alto in Spagna –, rivestirà un ruolo fondamentale per Seat, contribuendo a rafforzare il marchio e aumentarne le vendite.

La Arona è un esempio di versatilità: grazie alle dimensioni compatte e alla sensazione di sicurezza e controllo offerta dalla posizione di guida rialzata e dall’innovativo design, il modello si propone per la vita di tutti in giorni in città, ma non teme comunque di mostrare il suo lato divertente e avventuroso. Sul fronte della sicurezza passiva, la nuova vettura tutti i sistemi di assistenza alla guida e di infotainment già presenti sugli altri modelli della Casa di Barcellona, come Front Assist, regolatore automatico della distanza (ACC), Stop/Start (abbinato all’ACC e al cambio DSG a doppia frizione), Hill Hold Control, sistema di rilevamento della stanchezza del conducente, sensori pioggia e luce, sistema di frenata anticollisione multipla (Multi Collision Brake), sistema di chiusura e avviamento automatici Kessy, telecamera posteriore ad altissima precisione, schermo tattile premium da 8” con pannello di colore nero e caricabatteria wireless per smartphone con amplificatore del segnale GSM.

La Arona offre, inoltre,su richiesta, il Rear Traffic Alert, il Blind Spot Detection e un sistema di assistenza al parcheggio che funziona sia per i parcheggi paralleli, sia trasversali al senso di marcia. Dal punto delle dimensioni, l’ultimata nata in casa Seat misura 4.138 mm di lunghezza, 79 mm in più rispetto alla nuova Ibiza. Ma la vera differenza è determinata dall’altezza, maggiore per la Arona di ben 99 mm. Di conseguenza, il nuovo crossover offre non solo una maggiore altezza da terra per le avventure fuoristrada, ma anche più spazio per la testa per i passeggeri anteriori e posteriori e, soprattutto, un bagagliaio più ampio (con una capacità pari a 400 litri). Un’altra caratteristica degna di nota è rappresentata dal cuscino dei sedili, più alto di 52 mm. La posizione rialzata offre un doppio vantaggio: assicura innanzitutto una migliore visuale sul traffico e, inoltre, consente di salire e scendere dalla vettura più agevolmente. Anche i sedili dei passeggeri sono più alti di 62 mm, mentre lo spazio per la testa è cresciuto di 37 mm nella parte anteriore e di 33 mm nella parte posteriore. Infine, le sospensioni sono state rialzate di 15 mm e il parabrezza è leggermente più verticale rispetto a quello della Ibiza, rendendo così l’abitacolo più spazioso.

La chiave del significativo miglioramento riscontrabile sia in termini di spaziosità sia di comportamento dinamico è l’utilizzo della più avanzata tecnologia del Gruppo Volkswagen, la piattaforma MQB (Modular Querbaukasten). La nuova piattaforma MQB A0 consente maggiore flessibilità produttiva, maggiore solidità costruttiva e realizzazione di modelli diversi con differenti tipologie di carrozzeria nello stesso segmento. A partire dalla stessa piattaforma, è inoltre possibile creare diverse configurazioni di passo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare