Smart Fortwo Cabrio è anche elettrica

Smart Fortwo Cabrio
è anche elettrica

Dopo Smart Fortwo Coupé e Smart Forfour (consumo di energia ciclo combinato: 12,9/ 13,1 kWh/100 km; emissioni di CO2ciclo combinato: 0 g/km) per l’estate arriva anche la Smart Fortwo Cabrio con propulsione elettrica a batteria (consumo di energia ciclo combinato: 13,0 kWh/100 km).

Il modello elettrico unisce il divertimento open-air della biposto con capote allo speciale piacere di guida della trazione elettrica. Prezzi a partire da 27.160 euro. Premendo un pulsante la Fortwo Cabrio si trasforma da biposto chiusa in un’auto che vanta un ampio tetto scorrevole pieghevole, per poi divenire una cabriolet con la capote completamente aperta. In questo modo si può adattare l’apertura del tetto alle condizioni climatiche presenti e al proprio desiderio di guida open-air. Questa versatilità, resa possibile dalla capote tritop ripiegabile e dalle relative barre amovibili, rappresenta una peculiarità non soltanto per il segmento: Fortwo cabrio è, al contempo, l’unica cabriolet autentica della sua categoria e, in versione electric drive, una delle poche elettriche cabriolet in tutto il mercato ad essere dotata di trazione elettrica.

«Tra i nostri tre modelli Smart completamente elettrici la Cabrio electric drive è quella che consente ai nostri clienti di provare con la massima intensità le emozioni offerte dalla mobilità elettrica - afferma la responsabile Smart Annette Winkler -. Basta aprire il tetto e in pochi secondi è possibile provare il piacere di una marcia quasi del tutto silenziosa, sentendo in profondità la fantastica accelerazione». Agilità e scatto sono anche per Smart electric drive caratteristiche consuete, grazie anche al diametro di volta ridotto, che corrisponde perfettamente a quello della sorella a propulsione tradizionale, ossia 6,95 metri. Anche i colori e gli equipaggiamenti a richiesta soddisfano ogni tipo di esigenza: i modelli elettrici assicurano la massima personalizzazione.

Un fattore importante per chi guida una macchina elettrica è il tempo di ricarica. Anche da questo punto di vista la vettura offre un comfort ancora più elevato: tutti i modelli sono, infatti, provvisti di serie di un nuovo e potente caricabatterie di bordo. L’app «smart control» consente, poi, di sorvegliare la ricarica da remoto e azionare molte altre funzioni, come la ricarica intelligente. Dalla primavera 2018 sarà disponibile a richiesta un caricabatterie rapido particolarmente potente da 22 kW che consentirà di ricaricare la vettura in tempi nettamente più brevi: meno di 45 minuti (0-80%) se, in base alle condizioni locali, è possibile una modalità di ricarica trifase.

La Smart monta una batteria realizzata da Deutsche Accumotive, società affiliata di Daimler. L’azienda, con sede a Kamenz, in Sassonia, realizza il cuore elettrico della Smart electric drive già dal 2012. Il gruppo propulsore viene, invece, prodotto nello stabilimento Renault di Clèon, nel Nord della Francia. Nella coda della Smart electric drive è alloggiato un motore elettrico da 60 kW (82 CV) che trasferisce la sua potenza alle ruote attraverso un rapporto di trasmissione costante. A vettura ferma sviluppa subito una coppia di ben 160 Nm. L’autonomia è di circa 155 km, l’ideale per una mobilità a zero emissioni locali in città. La velocità massima è limitata elettronicamente a 130 km/h, a tutto vantaggio dell’autonomia. Grazie alle particolari caratteristiche prestazionali del motore elettrico, è sufficiente un unico rapporto di trasmissione fisso del cambio. Non è più necessario cambiare marcia: un vantaggio non indifferente, quest’ultimo, nel traffico urbano. Per la retromarcia viene invertito il senso di rotazione del motore

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare