A Bergamo esordio di Totti dirigente Atalanta, ballottaggi per due ruoli

A Bergamo esordio di Totti dirigente
Atalanta, ballottaggi per due ruoli

Non è solo la prima partita di Campionato della stagione quella che la Roma vivrà a Bergamo: sarà anche la prima con Francesco Totti dirigente, un esordio non da poco per l’ex capitano giallorosso.

Una importante novità, ma soprattutto un punto di riferimento importante per la squadra che fa gruppo attorno a Francesco, che lo conosce e di lui si fida. Una spinta importante che l’Atalanta terrà presente quando in campo dovrà affrontare l’alter ego De Rossi.

E quindi Atalanta al gran completo durante questi giorni di allenamento e tutta a disposizione . Contro la Roma domenica a Bergamo alle 18 non ci sono acciacchi o infortuni vari a guastare i piani di Gian Piero Gasperini. Il giorno di Ferragosto, l’Atalanta ha ripreso a lavorare dopo due giorni di relax, a porte aperte, al Centro Bortolotti di Zingonia, mentre mercoledì è andata in scena una seduta di allenamento mattutina, a porte chiuse, molto intensa, in cui la squadra ha svolto esercitazioni tecniche, tattiche, partitelle a campo ridotto, oltre ovviamente al solito lavoro sulla forza in palestra.

Per la formazione, si può pensare che Gasp sostituisca Spinazzola con Gosens a sinistra, mentre se Caldara non è ancora al top, nel cuore delle retrovie spazio a Palomino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
giorgio nicolosi scrive: 18-08-2017 - 14:57h
Caldara, Spinazzola, spero non sia vero che la Juventus li rivuole indietro non rispettando quanto per contratto era stato scritto! Lo so anch'io che è facile scaricare le colpe sull'ambizione dei due ragazzi, ma trovo quantomeno ridicolo che una squadra con il tanto decantato stile Juve, accetti che i loro due rampolli fubbalieri facciano i capricci per approdare alla panchina della Signora del calcio italiano. Nota bene, hanno fatto di tutto per farci arrivare in Europa ed ora ci piantano in asso senza rispettare la parola data, sia da parte loro che da parte della casa madre! Spero un domani succeda la stessa cosa su richiesta, che so io, di una squadra più importante vedi Real, Barcellona, Paris S.G. nei confronti loro! Tutte le tv urleranno allo scandalo, al non rispetto del "fair play" e i media avranno un sacco di materiale per scrivere.............!
GiorgioFacchinetti
Giorgio Facchinetti scrive: 17-08-2017 - 14:10h
ultimamente avrei preferito averlo contro da calciatore !