Bergamo, l’assedio degli 800 furgoni  Il Comune pronto a estendere i divieti

Bergamo, l’assedio degli 800 furgoni
Il Comune pronto a estendere i divieti

Si partirà con l’abolizione delle deroghe in Città Alta, ma si ipotizzano limiti anche nei borghi.

Non sarà ancora un assedio, ma un boom sì. Negli ultimi tempi la crescita del commercio online ha decretato un analogo incremento delle consegne individuali con il risultato che anche Bergamo si trova alle prese con centinaia di furgoni - si parla di almeno 800 mezzi - che ogni giorno entrano nelle Zone a traffico limitato, a partire da quella di Città alta. Ed è proprio per tutelare il centro storico e chi lo vive, che il Comune ha pronta la sua ricetta. A breve verranno introdotte infatti «fasce protette» entro la cerchia delle Mura, con lo stop al carico e scarico 24 ore su 24 per i corrieri e per quanti trasportano alimentari «freschi». Uno stop che - annuncia l’assessore alla Mobilità Stefano Zenoni - verrà introdotto prima di Natale rappresentando una sorta di test per l’estensione all’intera città. Da mesi infatti Zenoni sta mettendo a punto, insieme agli operatori, le nuove fasce per l’entrata e l’uscita dal centro storico, avendo però ben presente la crescita delle consegne anche nel resto della città. Avanti con Città alta allora. Perché anche mezz’ora di tempo può fare la differenza.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 16 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA