Lauwers: «le ambizioni della Comark Mi hanno stimolato a venire a Bergamo”

Lauwers: «le ambizioni della Comark
Mi hanno stimolato a venire a Bergamo”

«Perché ho chiesto espressamente al presidente Massimo Lentsch di aggregarmi alla squadra? Semplice: sono un ambizioso e il dichiarato obiettivo-promozione mi ha perciò stimolato ed eccomi qui».

Così si è presentato alla stampa Dimitri Lauwers, guardia belga, di 37 anni, con trascorsi brillanti nella massima serie nazionale. «Non sono un invadente ma uno che ama entrare in punta di piedi in una nuova realtà. Alla Comark porterò esperienza e una gran voglia di contribuire all’ ambizioso progetto. Le mie caratteristiche in campo? Le statistiche parlano di un tiratore dalla media e grande distanza ma anche di uno che sa muoversi visto che la mia carriera iniziò proprio da playmaker». L’ atleta, 186 centimetri di altezza ha parole di ammirazione verso coach Cece Ciocca «Già lo conoscevo nelle vesti di istruttore nazionale: viene giudicato all’ unanimità un professionista straordinario che lavora sodo in palestra senza trascurare il minimo particolare».

Massimo Lentsch nel seguire le prime dichiarazioni del giocatore con certificato orgoglio si è limitato a puntualizzare “Al di là delle sue qualità tecniche, Lauwers, dispone di una forte personalità in grado di dare la classica mano anche nella gestione dello spogliatoio”.

«Su Dimitri garantisce Carlo Recalcati che sentito per telefono mi ha detto solo due parole «prendetelo subito». Lo ha riferito Franco Meneghel, autorevole dirigente della Comark».

© RIPRODUZIONE RISERVATA