Percassi tra Gasperini, futuro e stadio «Si parte a fine campionato con la Nord»

Percassi tra Gasperini, futuro e stadio
«Si parte a fine campionato con la Nord»

Il presidente nerazzurro: «Pensiamo di prolungare ulteriormente il rapporto con l’allenatore. È il mister perfetto per l’Atalanta»

Gasp il più a lungo possibile anche oltre il contratto, Gomez simbolo nerazzurro ideale del futuro, lo stadio sullo sfondo con la possibilità di anticipi e posticipi dell’estate prossima per completare i lavori della Nord. Antonio Percassi ai microfoni di TuttoAtalanta a Bergamo Tv ha parlato a ruota libera di presente e futuro, di progetti e sogni. Il primo è lo stadio: «Il 20 ottobre c’è l’appuntamento con il notaio per l’acquisizione definitiva. L’idea è quella di uno stadio da riempire sempre, quindi massimo 22-24 mila posti. Il primo intervento riguarderà la Curva Nord e stiamo valutando di chiedere di finire il campionato in anticipo e poi magari di chiedere il posticipo della stagione successiva per avere più tempo»

Luca Percassi, Gian Piero Gasperini e Antonio Percassi

Luca Percassi, Gian Piero Gasperini e Antonio Percassi

Gasp a vita? «Beh, noi ci siamo legati per tre anni più uno di opzione e credo proprio che non faremo senza di lui per questi quattro anni. Anzi pensiamo di prolungare ulteriormente il rapporto. È il mister perfetto per l’Atalanta». E per il futuro: «Lanciare i giovani del vivaio e reinvestire ogni anno per migliorarsi, puntando e valorizzando giocatori alla nostra portata. Sartori in questo senso sta facendo un lavoro incredibile». Poi l’Europa League: «Stiamo cercando di avere 1000/1500 biglietti in più per Reggio Emilia per avere lo stadio ancora più pieno».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 3 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA