Da tutta Europa per la sfida dei pastori a quattro zampe

Da tutta Europa per la sfida
dei pastori a quattro zampe

Una vera e propria sfida di abilità fra cani da pastore arrivati a Treviglio da tutta Italia e anche dall’estero con i loro conduttori.

È andato in scena venerdì, sabato e domenica scorsi all’Azienda agricola Pallavicina, con il patrocinio della Città di Treviglio, l’«Italian Open International Sheepdog Trial 2016» con partecipanti provenienti da diverse regioni italiane oltre che da Svizzera, Belgio, Polonia, Francia, Germania, Galles, Olanda, Danimarca e Inghilterra. Obiettivo: promuovere l’allevamento, l’addestramento e l’utilizzo dei cani da pastore.

Lo «sheepdog» è nato come competizione fra amici e allevatori e consiste in una serie di esercizi che ricalcano il lavoro nella fattoria e nei pascoli. Il conduttore guida il cane – di razza border collie – con fischi e gesti e la prova viene eseguita entro un tempo limite. All’Italian Open, il cane doveva percorrere l’itinerario previsto, raggiungendo le pecore, radunandole e riconducendole in gruppo davanti al pastore. Ad ogni cane veniva assegnato un punteggio per le varie fasi del percorso, in due campi diversi, che doveva essere effettuato in un tempo prestabilito. A giudicare la gara Toddy Lambe dall’Irlanda e Michael Longton dall’Inghilterra.

Alla fine delle prove di venerdì e sabato è stata stilata la lista dei 16 finalisti. Per l’Italia si sono qualificati Luca Fini, Mattia Monacchini, Moreno Simonelli, Christian Rapattoni, Roberto Rossi ed Enrico Franco; per la Svizzera Alberto Stern, Daniel Brechbuhl e Ruedi von Niederhausern; per la Polonia Marta Chmiel; per il Belgio Eliane Verboven e per la Francia Josien Guillaume e Jean Remi Lesurques e per la Germania Horst Ludwig. Domenica le finali: la nebbia ha fermato la gara per qualche ora durante la mattinata, poi è apparso il sole e si è svolta la difficile sfida che prevedeva una doppia ricerca. Al primo posto l’italiano Luca Fini insieme al cane Cap con 247 punti, secondo il francese Josien Guillaume insieme a Scot con 239 punti e terza la belga Eliane Verboven con Ellis, 219 punti. L’appuntamento è per il prossimo anno, sempre ad ottobre a Treviglio, ma nel frattempo, ancora all’Azienda agricola Pallavicina di Treviglio, il prossimo weekend è prevista una due giorni simile all’Italian Open, valida per il Campionato italiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare