Comprano vino con assegni scoperti Denunciati per truffa finti ristoratori

Comprano vino con assegni scoperti
Denunciati per truffa finti ristoratori

Tre residenti nella Bergamasca. Nel mirino diverse importanti aziende del Garda.

Denunciati per truffa ad aziende vitivinicole del Garda: sono un 48enne residente a Romano di Lombardia, una 37enne di Monasterolo del Castello, un’altra donna residente a Romano e un cittadino albanese 52enne di Borgo San Giacomo, nel Bresciano, tutti con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

L’indagine è partita da una denuncia presentata dal titolare di una nota azienda vitivinicola di Lonato del Garda che riferiva di aver subito una truffa ad opera di un uomo e due donne. I tre, presentatisi in azienda avevano acquistato diverse centinaia di confezioni di vino per un valore di svariate migliaia di euro, pagandole con un assegno risultato successivamente sprovvisto di copertura ed intestato ad un cittadino marocchino irreperibile. I tre si erano finti titolari di un noto locale della Bassa, presentando credenziali e riferimenti. Dopo un successivo contatto, gli effettivi gestori del locale sono però risultati assolutamente estranei alla vicenda. L’attività investigativa della polizia di Desenzano ha permesso di risalire ai 4, risultati responsabili di altre truffe del genere ai danni di aziende vitivinicole del Garda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA