Una distrazione e l’incidente a Treviglio Sara in Fb: chiedo scusa all’automobilista

Una distrazione e l’incidente a Treviglio
Sara in Fb: chiedo scusa all’automobilista

Attraverso Facebook, dall’ospedale dove è ricoverata, si è detta dispiaciuta per avere provocato martedì mattina a Treviglio l’incidente stradale che ha coinvolto anche un altro automobilista, col quale si è scusata.

Una manifestazione di forte sensibilità quella della ventiduenne Sara La Piana, rivolta verso l’uomo che nello scontro frontale ha riportato ferite al volto, molto meno rispetto alla conseguenze subite dalla giovane: lacerazione all’addome e contusioni polmonari.

La ragazza di Vailate (Cremona) a tre giorni dall’incidente si trova ancora ricoverata in osservazione all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove già nel pomeriggio di martedì era stata sottoposta a un intervento chirurgico durato circa tre ore, necessario per suturare parte dell’intestino e ricostruire il muscolo addominale. Eppure, nonostante le sue condizioni, ha voluto via Facebook scusarsi con l’uomo trevigliese di 58 anni, che martedì è stato suo malgrado coinvolto nell’incidente.

Sara La Piana ha ammesso, sempre via Facebook, che lo scontro è derivato da una banale distrazione: «Stavo regolando il volume dell’autoradio – ha spiegato – e se non avessi allacciato la cintura di sicurezza ora non sarei qui. Tuttavia mi reputo fortunata, sebbene i dolori non manchino, perché sarebbe potuta finire molto peggio».

Lancia anche un appello: «Prestate attenzione quando siete in strada!». Un attimo di disattenzione che per poco non finisce in tragedia. La giovane viaggiava al volante della sua Fiat Cinquecento lungo la strada provinciale 136. Era diretta a Treviglio per raggiungere un’amica e con lei acquistare i biglietti del prossimo concerto di Max Pezzali. Nell’affrontare una curva, all’altezza dell’intersezione con via Redipuglia, ha regolato il volume della radio, perdendo il controllo dell’auto che ha invaso l’altra corsia, proprio mentre arrivava dalla direzione opposta una Bmw 530. L’impatto è stato violento: mentre l’uomo è uscito con le sue forze dall’auto, per estrarre Sara si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Le sue condizioni sono parse da subito preoccupanti, così il personale del 118 ha deciso di trasportare la ferita all’ospedale di Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (9) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
mila zinetti scrive: 06-04-2016 - 08:41h
tanto per chiarire..ci sono errori a cui le scuse non pongono rimedio..la guida distratta è uno di questi casi!! ripeto, è andata bene ... invidia @CIGERO?,ma piantala!!deche??manco la conosco!! non invidio certo una ragazzina che ancora non ha capito cosa vuol dire avere la patente
mila zinetti scrive: 04-04-2016 - 22:21h
ferrari... cioè.uno mi tampona e mi manda pure a quel paese??motivo??
fer.fer
Fabio Ferrari scrive: 05-04-2016 - 14:11h
Perchè sei miss simpatia,,,,,, ovvio no ?
matteo cattaneo scrive: 26-03-2016 - 07:23h
Signori e signore ecco a voi................ LA CATTIVERIA DELLA GENTE ci meritiamo propio il mondo scadente che sta diventando
fer.fer
Fabio Ferrari scrive: 01-04-2016 - 19:31h
Sto cominciando a pensare che hai ragione @Cattaneo. I vecchi dicevano che "alla gente non devi fare favori ma devi dare calci, perchè è quello, che loro vogliono"
fer.fer
Fabio Ferrari scrive: 25-03-2016 - 18:54h
Sbagliare lo facciamo tutti, chiedere scusa, non proprio tutti, anzi pochi e solo se messi alle strette. Brava Sara, grazie per la tua faccina pulita e il messaggio che fai passare.
mila zinetti scrive: 29-03-2016 - 08:33h
si grazie di essere sulla strada a giocare con la radio..speriamo di vederci presto ad un incrocio o in una bella curva,
fer.fer
Fabio Ferrari scrive: 01-04-2016 - 19:27h
Perfetto, allora bravi quelli che investono e scappano. Ma @Zinetti cosa ti dice la testa ? Qualcuno ha mai solo pensato, che la cosa si sia risolta con le scuse della ragazzina? Solo tu l'hai capita così. La ragazza ha ammesso lo sbaglio cosa cambia se era la radio, o il telefonino, o il rossetto come la 50enne che mi ha tamponato a Natale e mi ha detto (dopo che lei, mi è venuta addosso) che io "col macchinone" ho quasi distrutto la sua, sempre di umanissimo errore si tratta. La ragazzina ha chiesto scusa e, come succede anche quando nessuno chiede scusa, l'assicurazione o la famiglia pagheranno i danni. Cosa è sta cattiveria ? A te non capita mai di sbagliare ? Sei perfetta,,,, forse come suocera,,,, per il resto direi proprio di no.
Vedi tutti i commenti