Allerta meteo per giovedì Neve e soprattutto gelate in pianura

Allerta meteo per giovedì
Neve e soprattutto gelate in pianura

Codice giallo della Protezione Civile della Regione Lombardia per le difficili condizioni meteo. Previsto nevischio anche in pianura, ma viste le basse temperature il rischio più grosso verrà dalle gelate che ne seguiranno.

La sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia sulla base delle previsioni meteorologiche emesse da Arpa che prevedono deboli precipitazioni a partire dal primo pomeriggio di domani, giovedì 12 gennaio, ha emesso una comunicazione di ordinaria criticità (codice giallo) per rischio neve a partire dal primo pomeriggio di giovedì sulle Prealpi. Nella fase iniziale dell’evento, in pianura le precipitazioni potrebbero essere solo a carattere di nevischio o pioggia mista neve, ma a causa delle basse temperature previste al suolo, le problematiche principali potrebbero riguardare difficoltà sulla viabilità e trasporti, a causa della possibile formazione di ghiaccio e di temporanei fenomeni di gelicidio (pioggia che gela al suolo). La sala operativa segnala anche la stessa criticità (codice giallo), per la giornata di giovedì 12 gennaio, per rischio vento forte.

«L’Italia resterà nel mirino di fredde correnti artiche per diversi giorni, con nuove ondate di maltempo» –lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – «l’anticiclone resterà lontano dalla nostra Penisola per almeno altri dieci giorni, una nuova perturbazione attesa tra giovedì 12 e venerdì 13 gennaio in arrivo direttamente dal Nord Europa» – prosegue l’esperto di 3bmeteo.com – «con prime precipitazioni su tirreniche e al Nord, nevose a tratti anche in pianura tra alto Piemonte, nord Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto, in rialzo oltre i 1000-1500m sull’Appennino. Venerdì il clou del maltempo al Centrosud con rovesci e temporali specie sulle tirreniche, neve inizialmente a quote elevate ma in calo sino in collina al Centro a fine giornata. Precipitazioni anche sul Nordest nevose in collina o a tratti in pianura, con nevicate in intensificazione sull’Emilia Romagna a fine giornata; migliora invece al Nordovest. Generale calo delle temperature e clima ventoso.

«Nel weekend secondo vortice freddo, in particolare domenica,» – aggiunge Ferrara – «vortice che questa volta dovrebbe interessare solo il Centrosud con rovesci sparsi, nevosi in collina se non a tratti in pianura sulle interne del Centro. Il Nord invece dovrebbe rimanere in gran parte saltato; clima freddo e ventoso ovunque».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (4) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
big.wolf085
Luca Ronchi scrive: 12-01-2017 - 13:42h
Stamattina pesante in bici, forse la giornata più fredda in assoluto.
G.Antonio Giazzi scrive: 12-01-2017 - 12:17h
Quante storie per un inverno un po freddo. Ma forse qualcuno non si ricorda degli inverni degli anni 50,60 ecc.. dove nelle case avevamo solo la stufa e chi, era fortunato, metteva nel letto la boile dell'acqua calda o il mattone scaldato nella stufa avvolto negli stracci o salviette. Si andava a scuola con la neve sulle strade e non c'era lo scuola bus o i suv di adesso dove le mamme portano i figli a scuola.Ha ragione Luca Rondi i problemi grossi e veri di freddo li hanno i poveri terremotati che,come sempre, a parole la politica fa tutto ma con i fatti fa ben poco. Ormai tutti in casa abbiamo,stufette,caloriferi,camini.
Guglielmo Valentino Rottigni scrive: 11-01-2017 - 18:47h
Trovo interessante che il Centro Meteorologico Lombardo sia assai meno "preoccupato" rispetto ai possibili disagi previsti per giovedì. Riporto le loro previsioni: "empo Previsto: al mattino prevalenza di bel tempo con cieli al più poco nuvolosi, tendenza ad aumento delle nubi sulle Alpi da metà giornata. Nel pomeriggio tendenza ad aumento delle nubi su tutta la regione, ma senza fenomeni. In serata coperto su tutti i settori con deboli nevicate su Alpi e Prealpi fino ai fondovalle. Probabile nevischio o neve debole anche sui settori dell’alta pianura. Accumuli anche superiori ai 10 centimetri sulle Alpi, in calo sulle Prealpi, modesti o quasi nulli sull'alta pianura."
big.wolf085
Luca Ronchi scrive: 11-01-2017 - 17:38h
Allarme? Vi svelo un segreto. in inverno fa freddo e spesso nevica da quando esiste il mondo. Il vero freddo lo stanno subendo i terremotati e i senza tetto, non noi infagottati come ravioli
G.Antonio Giazzi scrive: 12-01-2017 - 12:18h
Hai ragione il freddo lo stanno subendo solo i terremotati e le persone sbandate poverette senza lavoro grazie anche alla politica e ai banchieri che danno ai ricchi e tolgono ai poveri purtroppo.