Astino, un’altra estate da record 100mila presenze all’ex monastero

Astino, un’altra estate da record
100mila presenze all’ex monastero

Superate le 90 mila presenze del 2016. Bombardieri: «Abbiamo conciliato l’aspetto culturale con l’attività dei locali». Obiettivo 2018 : portare più turisti.

Si trova sui Colli di Bergamo, ma risente delle condizioni atmosferiche esattamente come una località della riviera. Parliamo di Astino, che (anche) grazie al meteo clemente, in questa stagione primavera-estate ha superato i 100 mila visitatori. Non solo avventori della proposta enogastronomica, curata dalla società Astino estate (di cui fanno parte Elav, La Marianna e Da Mimmo), ma anche il folto pubblico che ha partecipato ai circa 200 eventi di carattere culturale (quasi sempre gratuiti) organizzati all’ex monastero, riportato al suo splendore dalla Fondazione Mia (proprietaria del sito). Per Astino altra estate da record, dopo i 90 mila visitatori registrati lo scorso anno.

«Astino – spiega il presidente della Mia Fabio Bombardieri – è diventato un luogo capace di concentrare tantissime iniziative di carattere culturale, dalle mostre, come quella fotografica di Gianriccardo Piccoli (fino al 30 settembre), a quella storica “Il Monastero restituito”. Le iniziative sono state tantissime e la partecipazione elevatissima. Inoltre non si sono registrati inconvenienti di nessun tipo». «Quest’anno – aggiunge – i gestori hanno allestito degli spazi nel chiostro e nella sala del refettorio che hanno consentito di godere anche del silenzio. Tutto ciò ha dimostrato l’assoluta funzionalità dell’utilizzo culturale abbinato all’attività di somministrazione».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 11 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA