Bergamo ha perso i suoi pioppi «In due anni crollo del 95%»

Bergamo ha perso i suoi pioppi
«In due anni crollo del 95%»

La denuncia di Coldiretti: calo del 77% in Lombardia, ma la Bergamasca è messa peggio di tutti.

Il pioppo? Non abita più qui. Secondo i dati della Coldiretti Lombardia,«gli alberi spilungoni che fanno da ali verdi al Po e al Ticino nella pianura lombarda sono diminuiti del 77% negli ultimi due anni, passando da 13.589 ettari a 3.158». E Bergamo ha fatto persino peggio: «Ha il record negativo con un crollo del 95%: due anni prima erano più di 9 ettari coltivati, ora poco più di mezzo».

«Cali decisi – spiega la Coldiretti Lombardia – riguardano però quasi tutte le province: Cremona ha perso il 79% dei boschi, Lodi l’81%, Milano l’83%, Pavia l’84%, Brescia il 66%, Mantova il 60%, Varese il 44% e Monza il 33%. Stabile Sondrio mentre Lecco guadagna qualcosa passano da 0,2 a 1,2 ettari».

© RIPRODUZIONE RISERVATA