Bis di cantieri, traffico in tilt a Valtesse E in via delle Valli previste lunghe code

Bis di cantieri, traffico in tilt a Valtesse
E in via delle Valli previste lunghe code

Un cantiere per allargare la strada, un altro per asfaltarla. Sono giorni difficili per gli automobilisti diretti in città e costretti a passare per Pontesecco.

Restringimenti di carreggiata, corsie a senso alternato, deviazioni improvvise, divieti di accesso. I cantieri in questione sono quelli che in questi giorni stanno tormentando gli automobilisti appena rientrati dalle ferie in via Baioni e nell’imbuto di Pontesecco, al confine con il Comune di Ponteranica. Nel primo caso si tratta di lavori di ripristino del manto stradale da parte di A2A, dopo una serie di interventi che, l’anno scorso, tra un buco e l’altro, avevano disseminato lungo la strada una serie di toppe sconnesse. Nei giorni scorsi è stata istituita anche una deviazione all’altezza di via Lazzaretto, per liberare la parte di carreggiata in uscita dalla città, fino all’incrocio con la via Ernesto Rossi. Giovedì invece svo9lta obbligatoria a sinistra all’altezza di via Crocifisso. Tempi stretti anche per Pontesecco, dove in questi giorni si sta viaggiando su corsie ancor più ridotte.

L’obiettivo è di terminare i lavori entro la prossima settimana, per non congestionare il traffico alla riapertura delle scuole. Gli operai sono al lavoro per allagare la sede stradale di 40 centimetri restringendo il marciapiede, nel breve tratto dove finora si procede su una corsia. In questo modo le auto in uscita dalla città potranno disporsi ininterrottamente su due file, sebbene su corsie ridotte.

È il primo intervento, da circa 130mila euro, per tamponare i disagi che riguardano la zona, in attesa dell’attuazione del progetto che prevede l’allargamento della sede stradale anche per chi proviene dalla Val Brembana. Questi lavori, finanziati per 4 milioni di euro dal Patto per la Lombardia, prevedranno l’arretramento del marciapiede, che sarà ricavato sotto un porticato, con lo smantellamento del piano terra di un edificio che si affaccia sulla carreggiata.

E si annunciano due mesi difficili anche in via delle Valli. Parte oggi, nel tratto tra il rondò e il viadotto di Boccaleone, il cantiere per il ripristino delle tubature che risolverà il problema degli allagamenti. Se da Palafrizzoni non mancano le rassicurazioni sugli accorgimenti per contenere al minimo i disagi - si lavorerà anche di notte, senza sostituire i tubi e quindi con un cantiere non particolarmente esteso - è vero anche che lo spostamento delle corsie, con l’istituzione di un limite di velocità a 30 chilometri all’ora lungo tutto il tratto interessato dal cantiere stesso, non potrà non creare rallentamenti, soprattutto negli orari di punta, quando il traffico è già sufficientemente sostenuto. I primi disagi si sono già registrati tra martedì e mercoledì, durante le fasi di preparazione del cantiere. E, ora alla vigilia della riapertura delle scuole, si teme che i disagi possano ovviamente aumentare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (10) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Pier Capelli scrive: 08-09-2017 - 13:34h
30 anni da pendolare passando per Valtesse Ponteranica Sorisole etc etc etc nessuna soluzione fattibile trovata in questi anni... non perché non esista una soluzione ma semplicemente perché i sindaci di colori diversi non hanno mai trovato una soluzione più per una questione di principio è di idee diverse
Amedeo Betti scrive: 08-09-2017 - 11:57h
Cantieri ovunque Chiudono strade senza nemmeno dare delle segnalazioni preventive L'importante è creare disagio al cittadino
DiegoCarnelutti scrive: 08-09-2017 - 11:37h
per una piccola soluzione del traffico in Valtesse avevo postato una mia soluzione ma si vede che non piace cercatela sul mio sito
Gianalberto Vezzoli scrive: 08-09-2017 - 11:20h
Questa serie di cantieri "in serie" pare studiata scientificamente. Provate un po' a partire da Sorisole e venire a Bergamo per lavoro. Uno spasso. Complimenti all'assessore e all'ufficio tecnico.
Acqua Santa scrive: 08-09-2017 - 18:19h
Concordo, e non vi è l'ombra di Polizia Locale, perlomeno per presidiare i due punti critici. Il semaforo della Maresana è una giungla.
Vedi tutti i commenti