Cani sull’autobus: non tutti pagano Niente biglietto sotto i cinque chili

Cani sull’autobus: non tutti pagano
Niente biglietto sotto i cinque chili

La modifica al regolamento per la tutela degli animali approvata lunedì sera dal Consiglio comunale ha introdotto un’importante novità: non tutti i cani pagheranno il biglietto per viaggiare sui mezzi Atb, come previsto inizialmente dal testo.

Il ticket è previsto solo per gli animali sopra i cinque chili. Quelli sotto questo limite di peso dovranno essere portati nel trasportino. I cani potranno inoltre entrare al cimitero, solo al guinzaglio e gli animali dei non vedenti potranno salire sui mezzi pubblici senza la museruola. Tra le norme più avanzate del Regolamento, il fatto di dettare una definizione precisa dei vari casi e situazioni di maltrattamenti, fornendo in questo una cornice chiara di riferimento alle forze dell’ordine, facilitando così il lavoro di contrasto di episodi di violenza e costrizione. Ad esempio, si configurerà come maltrattamento trasportare animali nel bagagliaio della propria auto, colorarli o tingerli, trainare (ma questo è già previsto dal Codice della Strada) animali al guinzaglio tramite mezzi di locomozione, l’accumulo compulsivo che priva gli animali di condizioni di vita adeguate.

Ecco tutte le nuove norme

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (8) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Mario Cerotto scrive: 25-07-2017 - 15:02h
SOLO CERTI PROFUGHI .............VIAGGIANO GRATIS
zetaf77
ivan milesi scrive: 25-07-2017 - 12:54h
A me piacciono gli animali, ma quando sono animali, non pupazzi alla mercé del "padrone" di turno e trovo scorretta questa politica dei prezzi. Non tutti sono tenuti a sorbirsi gli strepiti di cani che vorrebbero essere da tutt'altra parte, la lingua penzolante e via dicendo. A molti possono infastidire e creare disagio, esiste anche gente che ha paura dei cani per esperienze personali. Quindi sarebbe corretto che pagassero tutti a prescindere dalle dimensioni e pagassero di più quale sorta di ringraziamento per la pazienza dei non cinofili.
xcavolo
silvio rota scrive: 25-07-2017 - 12:46h
Amo gli animali,ne ho avuti parecchi,anche un cane,ma mi infastidisce averne come vicini di posto,soprattutto nei viaggi in treno. Lo so,alcuni umani sono peggio,ma non potendo selezionare i bipedi che ci si risparmi almeno i quadrupedi.
eugenioscrolla
Tommaso Moro scrive: 25-07-2017 - 10:06h
si sa nulla in merito a cinema o teatro ? pagheranno in base all'altezza o alla razza ?
Vedi tutti i commenti