Ogni anno 80 mila pasti agli anziani Confermato il sostegno a «Ol disnà»

Ogni anno 80 mila pasti agli anziani
Confermato il sostegno a «Ol disnà»

Riconfermato anche per il 2017 il contributo di 55mila euro da parte del Comune di Bergamo a sostegno del progetto “Ol disnà” dell’organizzazione di volontariato “Aiuto per l’Autonomia Onlus”, che ogni anno consegna 80 mila pasti a persone fragili e anziane.

Il progetto consente la consegna di 275 pasti al giorno in tutta la città, fatta eccezione per Bergamo Alta dove il servizio è garantito in collaborazione con la Cooperativa Città Alta. I volontari dell’Associazione contribuiscono così a sostenere l’autonomia di tante persone anziane, disabili e segnalate dai Servizi Sociali in città, favorendo così un miglioramento della qualità della vita presso la propria abitazione ed evitando la cosiddetta “istituzionalizzazione” all’interno di strutture di assistenza specializzate. Il costo di un pasto completo (primo, secondo, contorno, frutta e pane) è di soli 4,50 euro, ma il progetto prevede anche la consegna di 5600 pasti gratuiti all’anno a persone in particolari situazioni di disagio economico.

Sono 6 i mezzi dell’associazione che consegnano quotidianamente i pasti, quasi un centinaio i volontari coinvolti nell’iniziativa. Secondo i termini della convenzione, il Comune di Bergamo eroga un contributo di 30mila euro per coprire i maggiori costi a carico dell’organizzazione e costituisce un fondo di 25.000 euro per i pasti erogati gratuitamente alle persone in situazione di fragilità economica.

«Abbiamo voluto riconfermare anche per il 2017 il contributo all’Associazione “Aiuto per l’Autonomia Onlus - per il progetto “Ol disnà”, in quanto garantisce un servizio davvero fondamentale – spiega Maria Carolina Marchesi, Assessore alla Coesione Sociale del Comune di Bergamo – Agli 80mila pasti all’anno erogati in città si aggiungono i quasi duemila che la Cooperativa Città Alta distribuisce nel quartiere di Bergamo Alta, raggiungendo così fino a 275 pasti al giorno grazie all’attività di soli volontari. È un sostegno concreto all’autonomia di tante persone anziane e fragili nella nostra città, consentendo loro di continuare a vivere nella propria casa ed evitandole di dover ricorrere a strutture di assistenza specializzate. Abbiamo però bisogno di incrementare il numero dei volontari, senza i quali la consegna dei pasti su un territorio così vasto sarebbe molto difficile se non impossibile. Non vogliamo rischiare di ridurre il servizio: per questo si chiede con urgenza la collaborazione di nuovi volontari».

Per informazioni: Aiuto per l’Autonomia, tel. 035.574.852 da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 11,00 oppure PASS via S.Lazzaro, 3 - tel.035.399.888, da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.30; lunedì, mercoledì e giovedì pomeriggio si riceve solo su appuntamento, telefonando al n. 035 399888 negli orari di apertura al pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Vittorio Rolla scrive: 09-05-2017 - 16:04h
BENE! Ogni tanto ci sono buone notizie
Simo.Vava
Simonetta Vavassori scrive: 09-05-2017 - 15:20h
Grazie di cuore a tutti i volontari che operano sul nostro territorio persone eccezionali .Ho avuto da loro in collaborazione del comune del mio paese in cambio di un piccolissimo contributo un enorme aiuto durante la lunga malattia di mio papà per trasporto fuori e dentro gli ospedali ,per visite e. esami .Mio papà è da poco mancato e voglio ringraziarli soprattutto per la pazienza e la grandissima umanità.