Quartieri di Bergamo, mappa interattiva Confini, al via le proposte dei cittadini

Quartieri di Bergamo, mappa interattiva
Confini, al via le proposte dei cittadini

È on line la mappa interattiva che consente a tutti i cittadini, in modo semplice e intuitivo, di inoltrare all’Amministrazione Comunale eventuali richieste di chiarimento, modifiche e proposte sulla riperimetrazione dei quartieri cittadini.

Il 2 agosto la Giunta Comunale ha esaminato e approvato il piano per la ridefinizione dei confini dei quartieri. Il lavoro di riperimetrazione è stato avviato un anno e mezzo fa in quanto alcune Reti Sociali, gruppi e Comitati di quartiere evidenziavano la poca corrispondenza, in alcuni casi, tra la percezione collettiva e alcuni confini adottati dal PgT del 2009.

Le proposte di modifica saranno successivamente verificate e valutate anche, se necessario, insieme alle Reti Sociali; a conclusione del processo partecipativo il piano, ormai definitivo, verrà ratificato in Consiglio Comunale.

«L’obiettivo di questo progetto assume una importanza strategica visto l’impegno e la convinzione che questa Amministrazione sta dimostrando verso il decentramento e la partecipazione - spiega l’assessore all’Innovazione e alla semplificazione Giacomo Angeloni -. La nascita delle Reti Sociali come luogo della coesione e della partecipazione dei rioni cittadini dice in sé che la definizione di perimetri chiari sia ormai resa necessaria e urgente».

Le segnalazioni potranno essere effettuate anche attraverso la posta elettronica scrivendo all’indirizzo ass.innovazionesemplificazione@comune.bg.it. Le segnalazioni, sia via mail sia via mappa on line, dovranno pervenire entro il 15 settembre 2017.

LA MAPPA INTERATTIVA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Licia Arsuffi scrive: 12-08-2017 - 19:37h
Nel vostro precedente articolo l'assessore Angeloni diceva che la nuova 'mappatura' tiene conto delle parrocchie...come mai la parte di Valtesse dove c'è S. Antonio adesso diventa Valverde Valtesse S. Antonio? non era più semplice lasciare i quartieri Valverde (che ha la sua storica parrocchia) e Valtesse così come sono e (tutt'al più) separare l'area Valtesse S. Antonio?
francesca ortolani scrive: 12-08-2017 - 18:17h
Viale Giulio Cesare, lato stadio, contesissimo fra tre quartieri. Mah!