Torna «M’illumino di meno» Città Alta a lume di candela

Torna «M’illumino di meno»
Città Alta a lume di candela

Appuntamento il 24 febbraio. Il Comune di Bergamo aderisce anche quest’anno alla campagna «M’Illumino di meno» spegnendo le luci del suo luogo simbolo, Città Alta.

Venerdì 24 febbraio, per sensibilizzare al risparmio e a un più corretto consumo energetico, dalle 21,45 alle 22,45 si spegnerà l’illuminazione pubblica di Bergamo Alta e si accenderanno cento candele per creare un’atmosfera soffusa e affascinante tra le vie del centro storico. «M’illumino di meno» è la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sui consumi energetici e la mobilità sostenibile: ideata dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio2, l’iniziativa giunge quest’anno alla sua 12ª edizione e si svolge, in ambito nazionale, con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, del Parlamento Europeo e l’adesione di Senato e Camera dei Deputati. In occasione dell’edizione 2017, Bergamo risponde con un fitto calendario di eventi, promossi dal Comune di Bergamo, Atb Confesercenti, Ascom, Distretto Urbano del Commercio e Comunità delle Botteghe di Bergamo Alta con il contributo di Cereria Pernici, Askoll, Brivio Gioielli, Ristorante DaMimmo, Maite, e delle compagnie teatrali Chapati e Ambaradan.

Dalle 20 a mezzanotte si istituisce la tradizionale Ztl di Bergamo Alta, come avviene già nelle serate estive: un incentivo alla mobilità sostenibile e al trasporto pubblico, un modo per sensibilizzare a un consumo più responsabile anche per quanto riguarda gli spostamenti in città. Il servizio della Funicolare è quindi intensificato dalle 19,30 fino alle 00.30. I ristoranti e i locali aderenti all’iniziativa omaggiano i clienti di un biglietto Atb valido per il ritorno, presentando quello utilizzato per l’andata.

I biglietti per Città Alta possono essere acquistati fino all’orario di chiusura alla Stazione di Bergamo presso le biglietterie della stazione treni, bus e tram, alle emettitrici automatiche presenti alle fermate (Stazione, Porta Nuova, viale Vittorio Emanuele) o tramite l’app Atb Mobile. Non solo: uno speciale contest fotografico accompagnerà la serata, un concorso destinato a premiare i migliori scatti della serata dedicati alla suggestiva atmosfera di Bergamo Alta. Alle prime tre immagini classificate andranno una bicicletta elettrica, un orologio automatico Locman e un cesto di prodotti biologici. Per partecipare e scaricare il regolamento basta collegarsi alla pagina facebook Bergamo Alta. L’hashtag della manifestazione è molto semplice, #MilluminoDiMenoBergamo .

Novità dell’edizione 2017 sono gli spettacoli e le letture a lume di candela: artisti di strada delle compagnie teatrali Ambaradan e Chapati animeranno la serata con performance di luce e di fuoco. Infine il circolo Arci Maiteorganizza all’interno dell’ex carcere di Sant’Agata una serata di lettura sul poeta Kostantinos Kavafis, dal titolo «Un’ombra fuggitiva di piacere».

«In occasione dell’edizione 2017 – spiega l’assessore alle politiche energetiche del Comune di Bergamo Leyla Ciagà – abbiamo pensato di proporre una sensibilizzazione che si sviluppasse su più fronti: non solo quello energetico, ma anche quello della mobilità sostenibile, raccogliendo un invito specifico degli organizzatori a promuovere l’uso di mezzi a basso impatto energetico e a incentivare all’utilizzo di mezzi pubblici come simbolo di pace e di rispetto per l’ambiente. Invitiamo tutti i cittadini ad aderire, limitando in occasione del 19 febbraio i consumi energetici e utilizzando, per i propri spostamenti, mezzi alternativi all’auto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Damiano Valoti scrive: 11-02-2017 - 08:21h
"...per sensibilizzare al risparmio e a un più corretto consumo energetico..." come se l'illuminazione pubblica abbondante (e in certi contesti -edifici pubblici- palesemente soltanto estetica ed inutile) l'avessero voluta i cittadini, che per di più la pagano salatamente! Fanno tutto loro, fanno tutte le amministrazioni pubbliche, fanno e disfano! Creano fonti di spreco energetico, poi ci dicono di volerci educare al risparmio! Ci prendono proprio per dei dementi!
Marco Locatelli scrive: 11-02-2017 - 14:49h
Perfettamente d'accordo. Mio chiedo infatti perché l'assessore continui ad illuminare i parchi pubblici di Bergamo anche in orario di chiusura quando non sono accessibili.
Damiano Valoti scrive: 13-02-2017 - 21:43h
Elementare Watson! Perché non paga l'assessore di tasca sua! Lo spreco, normalmente avviene dove si paga con i soldi degli altri! Penso che ognuno, nel suo privato, ci tenga a fare economia e spendere il meno possibile! È soltanto dove si usano i soldi degli altri per pagare, che si è abbondato in impiantistica, apparecchiature, bollette ENEL immotivate e generose, perché tanto pagano gli altri! E paradossalmente si mettono a proporre iniziative che stimolano la nostra sensibilità al risparmio, non la loro! Pazzesco!