Tornano gli incentivi per metano e gpl Solo per i cittadini di 36 Comuni orobici

Tornano gli incentivi per metano e gpl
Solo per i cittadini di 36 Comuni orobici

Non si vedevano da un po’ di tempo e saranno accolti a braccia aperte: tornano gli incentivi per installare l’impianto a Gpl sulle propria auto. Purtroppo la buona notizia non è per tutti gli italiani. Il fondo sarà disponibile solo ai residenti di uno dei 674 Comuni aderenti all’accordo di programma tra il Ministero dell’ambiente e la Convenzione tra Comuni.

Le amministrazioni bergamasche che a suo tempo avevano aderito al programma sono 36. La cifra che si può ottenere è di 500 euro per il GPL e di 650 euro per il metano, dei quali 150 euro sono a carico delle officine di installazione sotto forma di sconto. Ne hanno diritto le auto Euro 2 ed Euro 3 immatricolate dopo l’1 gennaio 1997, sia che appartengano a persone fisiche che a persone giuridiche. Il contributo viene accantonato in ordine cronologico di ricevimento della domanda di prenotazione e viene poi detratto ed evidenziato in fattura come sconto sul prezzo della trasformazione; non si può cumulare con altre forme di agevolazione statali ma può andare a sommarsi a iniziative locali o private.

L’accordo prevede anche incentivi per le trasformazioni “dual-fuel”, cioè quelle che prevedono l’installazione dell’alimentazione Gpl e metano su motori diesel, con l’uso combinato dei due carburanti. E’ questa, forse, la novità più interessante, almeno dal punto di vista tecnico, perché finalmente permette la sperimentazione di queste soluzioni in Italia. Inoltre, su alcuni di questi veicoli verranno installati dei dispositivi portatili di misurazione delle emissioni (PEMS), cioè gli stessi utilizzati per i nuovi test europei RDE (Real Driving Emissions) per verificare i valori reali di emissione dei veicoli nelle prove su strada. Il principale inquinante monitorato sarà il particolato (PM), oltre alle altre sostanze previste per le omologazioni. L’obiettivo è quello di valutare se consentire anche ai veicoli dual fuel la libera circolazione durante i provvedimenti di limitazione alla circolazione.

Ecco tutti i Comuni bergamaschi aderenti:

Alzano Lombardo

Albino

Azzano San Paolo

Boltiere

Bonate Sopra

Calusco d’Adda

Canonica d’Adda

Casirate d’Adda

Costa Volpino

Curno

Dalmine

Fara Gera d’Adda

Fiorano al Serio

Gorle

Grassobbio

Lallio

Madone

Mozzanica

Mozzo

Nembro

Osio Sopra

Osio Sotto

Paladina

Pedrengo

Ranica

Rogno

San Paolo d’Argon

Scanozorosciate

Seriate

Sotto il Monte Giovanni XXIII

Torre Boldone

Torre de’ Roveri

Treviolo

Urgnano

Villa di Serio

Zanica

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Michelangelo Pagani scrive: 13-04-2016 - 16:25h
questa cosa sembra strana, com'è che alcuni comuni hanno aderito altri no? Cosa c'è sottoforma di adesione? Sembra la paghetta elettorale degli 80 n€uri, in questo caso forse che questi comuni hanno dato disponibilità nell'aver accolto gli imvasori? Ma no, cosa mai vado a pensare!