Tre giorni dedicati ai casoncelli E il 12 maggio tutti in Città Alta

Tre giorni dedicati ai casoncelli
E il 12 maggio tutti in Città Alta

Convegni, appuntamenti e degustazioni in una rassegna dedicata alle paste ripiene di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova.

Il casoncello, storica pasta ripiena bergamasca, e le paste ripiene di Mantova, Cremona e Brescia saranno al centro di una manifestazione che si terrà a Bergamo il 12, 13 e 14 maggio . Dopo l’edizione inaugurale del 2016 che celebrava il 650° anniversario dei casoncelli bergamaschi, per il 2017 verrà approfondità la conoscenza delle paste ripiene della Lombardia orientale. Una tre giorni dal nome emblematico: «De Casoncello» (e delle altre paste ripiene della Lombardia orientale.

La novità richiama il prestigioso titolo di Regione Europea della Gastronomia, conseguito da Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, che si presentano sotto il nome di EAsT Lombardy. I quattro territori, ricchissimi di prodotti, tradizioni culinarie e ricette, vogliono proporsi d’ora in poi come destinazione di turismo enogastronomico con un impegno verso la sostenibilità. L’evento è organizzato da DeCibo e dalla Comunità delle Botteghe Bergamo Alta, con il supporto di Camera di Commercio di Bergamo, Comune di Bergamo, Visit Bergamo e Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus, con il patrocinio di East Lombardy e con il sostegno di Cà del Botto, UBI Banca, Pentole Agnelli e Consorzio Tutela Valcalepio.

Ricco il programma di iniziative, che potete consultare qui. L’appuntamento clou, quello che richiamerà in Città Alta migliaia di persone è fissato per venerdì 12 maggio. Dalle 19, sfogline, cuochi, ristoratori, musici e figuranti allieteranno la 2ª edizione dello Street casoncello e paste ripiene. Si potranno gustare varie tipologie di questi scrigni golosi, infatti, ogni famiglia, ogni ristorante, ogni cuoco ha la sua ricetta che naturalmente, considera la migliore. Da piazza Mascheroni e da piazza Mercato delle Scarpe partiranno due percorsi gemelli che, attraverso diverse tappe, racconteranno la storia dei casoncelli. Infine in Piazza Vecchia, attraverso pannelli narranti, verranno svelate le particolarità delle diverse paste ripiene della Lombardia Orientale. Tutto sarà «condito» con balli, musiche per finire con uno spettacolo in costume che riporterà un fatto delittuoso «a base di casoncelli» realmente accaduto nel 1393. L’ormai famosa sfoglina Giusy bergamasca si esibirà nella chiusura di scarpinòcc, casonsèi e dei «casoncelli storici» sotto i portici del Palazzo della Ragione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA