Martedì 08 aprile 2014

L’Arciconfraternita Bg a Roma

Una mostra per Angelo Roncalli

Papa Giovanni
(Foto by ANSA/ARCHIVIO)

Anche i bergamaschi della Capitale si mobilitano per la canonizzazione di Papa Giovanni. L’Arciconfraternita dei Bergamaschi in Roma ha organizzato nella sua la sede di via di Pietra 70 una mostra da titolo «Angelo Giuseppe Roncalli e l’Arciconfraternita dei Bergamaschi in Roma» che resterà aperta tutto il mese.

Si tratta dell’esposizione di una documentazione inedita proveniente dall’archivio storico dell’Arciconfraternita, costituita da immagini e documenti autografi che raccontano il forte legame di Angelo Giuseppe Roncalli con l’antico sodalizio dei Bergamaschi in Roma (del quale egli fu confratello nonché sapiente consigliere) e con il Nobile Collegio Cerasoli (di cui fu alunno).

Da seminarista, sacerdote, arcivescovo e Papa, Roncalli coltiva sempre una relazione con la “sua cara Arciconfraternita” caratterizzata dall’amore verso la propria terra natale e dall’interesse per tutto ciò che è manifestazione di vita, religiosa e civile, di Bergamo e dei bergamaschi.

L’inaugurazione, il 3 aprile, è stata preceduta da un momento musicale presso la chiesa dell’Arciconfraternita, in Piazza Colonna, con l’esibizione della Fanfara dell’Arma dei Carabinieri; dopo il saluto iniziale del presidente Giacomo Baiguini sono intervenuti con proprie testimonianze padre Silvano Vescovi, mons. Osvaldo Raineri e mons. Battista Pansa.

L’esposizione, sapientemente intonata all’ambiente del settecentesco oratorio dei bergamaschi, il cui allestimento è stato curato e offerto da Modesto Veccia, ha permesso di ammirare, sistemati in eleganti bacheche e pannelli, immagini nonché molti documenti originali tra cui spiccano i certificati di nascita e penale di Angelo Roncalli presentati per l’ammissione al Sodalizio nel 1922 nonché le pagine dei registri delle assemblee che elenca tra i consiglieri nominati anche il nome del rev. Angelo Roncalli. Pagine di giornale, inevitabilmente ingiallite dal tempo, abbracciano un periodo di quasi mezzo secolo e permettono di far conoscere recensioni, notizie e comunicazioni relative alla “carriera” del futuro papa.

A questa mostra, che resterà visitabile nel mese di aprile presso l’antico Oratorio dell’Arciconfraternita dei Bergamaschi in Roma, si aggiungerà un altro evento in programma lunedì 28 aprile (all’indomani della Canonizzazione di Giovanni XXIII) presso la Chiesa dell’Arciconfraternita dei Bergamaschi, in Piazza Colonna: alle ore 17:30 lettura di alcuni brani dal “Giornale dell’Anima”; alle ore 18:00 concelebrazione eucaristica; alle ore 19:00 concerto del coro finlandese “Audite” offerto al Sodalizio dall’associazione no profit “ Vivere in musica”; il prestigioso ensemble corale presenterà il seguente programma: “Inno a San Giovanni XXIII - prima esecuzione mondiale – di Daniela e Raffaella Sabatini, “Passacaglia” di Lodovico Roncalli e canti religiosi tradizionali di autori vari.

© riproduzione riservata

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare