Un bergamasco sta girando l’Italia suonando secchi e pezzi di ferro - Video
Marco «Drumbo» Innocenti

Un bergamasco sta girando l’Italia
suonando secchi e pezzi di ferro - Video

Girare l’Italia percuotendo pezzi di ferro, secchi di plastica e segnali stradali. Ci vuole un po’ di pazzia, tanta passione e anche molto talento. Non mancano a Marco Innocenti, in arte Drumbo, batterista bergamasco che ha deciso di diventare un artista di strada.

E ci è riuscito, come mostrano le tantissime foto e video postati sui social da cittadini e turisti in ogni angolo d’Italia. Piazza del Plebiscito a Napoli, piazza di Spagna a Roma, busker festival a Follonica, a Torino e poi ovviamente piazza Vecchia nella sua Bergamo. Drumbo è un artista di strada nel vero senso della parola, perché non suona uno strumento classico, ma suona la strada: la sua batteria è composta da materiale di riciclo come cartelli segnaletici, secchi di plastica, lamiere. Un’ispirazione che arriva direttamente dall’Africa, dove molti batteristi in mancanza di strumenti veri sono costretti ad arrangiarsi con quello che trovano. Il risultato è davvero scenografico. I suoni generati da questi materiali infatti trasformano il ritmo in un beat molto simile all’elettronica. Però è fondamentale la bravura del batterista, che deve allenarsi molto per studiare suoni caratteristici. Marco Innocenti ha lasciato nulla al caso: prima di scendere in strada si è allenato a casa sua e solo dopo essere soddisfatto del suo lavoro lo ha proposto al mondo intero. E nell’era del 2.0 condivide tutte le sue tappe sulle sue pagine Facebook e Instagram. Ecco un suo video.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
marcello sito scrive: 08-08-2017 - 16:29h
Boh...sarà pure bravo come dite ma a me ste robe mi sanno di "mia òia de laurà"
zetaf77
ivan milesi scrive: 12-08-2017 - 22:47h
E fa bene. Con le paghe da fame che danno ai somari sotto il giogo controvoglia, meglio quel che fa ma di libera scelta.
wbenzoni
valter benzoni scrive: 08-08-2017 - 13:18h
Bravo, ma può ancora migliorare!!!
zetaf77
ivan milesi scrive: 12-08-2017 - 22:47h
Fosse stato di colore l'avrebbe tacciato di lazzaronismo acuto.