Annullata la serata «alcolica» «Intento completamente travisato»

Annullata la serata «alcolica»
«Intento completamente travisato»

Il Codacons aveva chiesto l’intervento del prefetto, ma ci hanno pensato gli stessi organizzatori ad annullare la serata «Alcolisti senza frontiere» in programma sabato sera in un locale di Treviolo.

La polemica è scoppiata nella mattinata di venerdì dopo un post di Selvaggia Lucarelli, che ha condannato il messaggio contenuto nel volantino di promozione. «Comunichiamo l’annullamento della serata Last Minute vs Drink or Die – si legge nel comunicato degli organizzatori -. Il titolo della serata è stato completamente travisato da coloro che volevano farsi pubblicità in modo facile senza approfondire la conoscenza del mondo giovanile che frequenta il nostro circolo. Il circolo culturale è assolutamente all’avanguardia nella prevenzione all’abuso di alcoolici e si schiera in prima linea nella lotta all’abuso di qualunque sostanza, prova ne è che non è mai stato toccato da alcuna sanzione, anzi ha creato un ambiente pulito, piacevole e ben frequentato. Chiediamo scusa se sono stati arrecati dispiaceri a famiglie e comunità, dovuto comunque solo ad eventuali errori di comunicazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (5) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
AlessandroFranzini
Alessandro Franzini scrive: 20-05-2017 - 12:48h
Non mi capacito di quanto debba essere triste, vuota e piena di invidia nei confronti della gioventù la vita di quei 40-50enni che vedendo rincasare i figli con i flyer dell'evento, senza sapere che è rivolto ad un pubblico maggiorenne, scrivono alla Lucarelli in cerca di giustizia. A voi dovrebbero levarvi Internet e lasciarvi la TV con la quale siete stati lobotomizzati, uno strumento di libertà come questo non fa per voi che siete stati lentamente e facilmente schiavizzati.
GIUESEPPE LOCATELLI scrive: 20-05-2017 - 19:34h
Solo maggiorenni??? Controllano i documenti??? Si poi la celere nel parcheggio e la digos nei bagni...
AlessandroFranzini
Alessandro Franzini scrive: 21-05-2017 - 13:08h
Signor Giuseppe Locatelli si vede che lei non frequenta determinati locali, se no sarebbe al corrente che all'ingresso c'è il personale di sicurezza che provvede a controllare le tessere (in quanto solo i soci possono avere accesso) in caso un cliente sia sprovvisto di tale documento deve provvedere a farlo pagando una quota e compilando dei moduli con il numero del documento di identità utilizzato. Non capisco veramente quale sia il suo problema e da dove venga questo suo odio, si riordi che dagli anni '90 le cose sono cambiate parecchio, e sempre più spesso anche in eventi non eccessivamente grossi le forze dell'ordine si mobilitano effettuando i controlli da lei citati. Ma del resto i bergamaschi invece di dare spazio ai giovani in città preferiscono che durante il fine settimana orde di ragazzi si dirigano in auto verso Brescia o Milano dove ugualmente bevono
Mariagrazia Ritinsi scrive: 20-05-2017 - 08:26h
La prima volta in assoluto che mi risulta simpatica la Selvaggina Lucarelli!!!
GIUESEPPE LOCATELLI scrive: 19-05-2017 - 18:03h
C'è poco da travisare...mi pare tutto fin troppo chiaro.
paolo Trabattello scrive: 19-05-2017 - 16:18h
Evidentemente nella comunicazione non sono altrattento all'avanguardia. Non frega a nessuno cosa volessero fare loro; conta il messaggio che è arrivato ... travisato perché evidentemente quello era l'intento.
Vedi tutti i commenti