«Non c’è solo lo smog delle auto» Il Comitato aeroporti: attenzione ai voli

«Non c’è solo lo smog delle auto»
Il Comitato aeroporti: attenzione ai voli

Una lettera per richiamare l’attenzione: «Non c’è solo lo smog delle auto, anche l’aeroporto ne produce e molto di più».

A scrivere è Marco Carsana, coordinatore dei comitati aeroportuali di Bergamo, Seriate, Orio al Serio, Bagnatica e Grassobbio che invita a riflettere anche su un altro tipo di inquinamento, quello acustico.La missiva è stata indirizzata ai sindaci dei dintorni aeroportuali, alla Provincia, Enac, Arpa, Asl (ora Ats), Regione Lombardia e Ministeri dei Trasporti e dell’Ambiente.

Nella missiva, vengono evidenziati i dati dalla Rete di monitoraggio dell’aeroporto Caravaggio di ottobre: «Presenta per tutte le centraline un incremento notevole dell’indice LVAj (quello che rileva l’impatto acustico, ndr) rispetto al mese di settembre, fatta eccezione per la sola centralina di Bergamo via Linneo». Ciò per il coordinatore smentirebbe «le dichiarazioni di Sacbo e di alcune amministrazioni secondo cui è possibile incrementare i voli diminuendo il rumore». Secondo Carsana, si legge ancora, «questi dati dimostrano chiaramente che si sta procedendo surrettiziamente a una modifica delle rotte sulla scorta di quanto richiesto dal Comune di Bergamo. Con maggiori decolli in direzione Est mentre a Ovest si attuano spostamenti sulle rotte di Azzano e verso l’ospedale nonostante la commissione aeroportuale abbia bocciato quest’ ipotesi».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 7 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (4) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
rosa palleni scrive: 08-01-2016 - 09:42h
speriamo che l'amministrazione faccia finalmente qualcosa per salvaguardare la nostra salute riguardo l'inquinamento ambientale prodotto dall'aeroporto
luigi ravasio scrive: 07-01-2016 - 22:26h
Sig. Locatelli parecchi aerei, dopo che sono cambiate alcune rotte, passano sopra la mia testa giorno e notte e non abito né a Colognola, né ad Azzano: se un aereo in decollo non vira subito verso sud/sudovest sulla direttrice autostrada, dopo essere passato su Colognola, passa su Campagnola, Malpensata, San Bernardino e via Moroni basse, Grumellina, Villaggio degli sposi, Ospedale! danneggiando parecchi altri quartieri della città (i recenti sforamenti delle polveri sottili lo dimostrano). Da questi recenti cambi di rotte mi pare non ne benefici Colognola, né Azzano perché sono purtroppo logisticamente sulla direttrice dei decolli. La soluzione, si fa per dire, sarebbe quella di spostare i decolli verso est, ma allora si lamenterebbero altri comuni e noi dovremmo sopportare gli atterraggi non proprio...digeribili. Per la salute l'aeroporto andrebbe spostato lontano dalla città.
Gianluigi Locatelli scrive: 07-01-2016 - 15:52h
Sig. Ravasio non capisco il Suo commento. Scrive che da qualche tempo i decolli, avvengono sempre più frequentemente sulla città, però non alleggeriscono il traffico, sopra Azzano e Colognola. Mi deve spiegare, come fa un aereo a decollare sopra la città e nel contempo essere sopra Azzano e Colognola. La realtà è che qualsiasi decollo, avviene sopra e solo, (dopo che sono state cambiate le rotte ) Azzano e Colognola, me lo lasci dire. Passano sistematicamente sopra la mia testa, dalla mattina presto, a notte inoltrata. Per quanto riguarda l'inquinamento, cosa dire, ci stanno AMMAZZANDO, purtroppo sta' già avvenendo, nel più completo silenzio, palesato da chi ci amministra, nel nome del dio denaro.
luigi ravasio scrive: 07-01-2016 - 08:50h
Quasi tutti i decolli avvengono verso Ovest, ad Est solo quando ci sono condizioni atmosferiche pessime. Tempo fa la maggior parte virava verso sud-sudovest sull'asse autostrada (e a lamentarsi, peraltro giustamente, erano principalmente Colognola, Azzano San Paolo e Stezzano), da qualche tempo i decolli avvengono sempre più frequentemente sulla città interessando sempre più i quartieri di Malpensata, San Bernardino, Moroni, Grumellina, Villaggio deli Sposi, Ospedale!, Curnasco senza aver alleggerito nè Colognola nè Azzano che comunque restano purtroppo sempre su qualsiasi rotta di decollo. Mi chiedo quali benefici abbiano portato alla città queste recenti rotte, se non un peggioramento dell'inquinamento atmosferico (vedasi recenti sforamenti polveri sottili) ed acustico.