Orio, un weekend bollente Previsti oltre 165mila passeggeri

Orio, un weekend bollente
Previsti oltre 165mila passeggeri

Le frenetiche attività dell’aeroporto raccontate da un curioso video in punta di matita.

Orio sta già affrontando il picco di traffico vacanziero. Sono settimane, infatti, che il terzo aeroporto italiano viaggia a pieno ritmo, e solo nell’ultimo weekend di luglio si sono registrate circa 165 mila persone in transito, tra arrivi e partenze. Più o meno la stessa cifra è attesa per questo weekend così come per il prossimo, che apre al ponte di Ferragosto, e per quello successivo che sarà per molti il weekend del rientro. Per far fronte alle giornate da bollino rosso in arrivo, sul sito ufficiale dello scalo bergamasco è apparso un avviso che consiglia ai passeggeri in partenza nel weekend di presentarsi in aerostazione almeno due ore prima dell’orario di partenza del volo (anche se già in possesso di check-in online), in modo da espletare in tempo utile le eventuali operazioni di check-in e consegna del bagaglio da stiva, i controlli di sicurezza e le procedure di imbarco. Un frenetico via vai, quello a terra, ben rappresentato dal video realizzato (in punta di matita) in time lapse da Kamal Hraoui e pubblicato sulla pagina Facebook dell’aeroporto di Orio al Serio.

Nelle ultime settimane il Caravaggio sta raggiungendo, in media, la cifra record di 40 mila transiti al giorno. Le mete preferite da chi passa da Orio sono le località di mare: Grecia e Spagna, oltre al Sud Italia e alle isole del Mediterraneo che stanno registrando un vero e proprio pienone. Molto gettonate sono però anche le capitali europee e Mosca. Durante l’estate molti i giovani diretti all’estero per imparare le lingue o per fare brevi esperienze di studio, così come i ricongiungimenti familiari. Non mancano, inoltre, le partenze di turisti che dopo avere soggiornato qualche giorno a Bergamo tornano a casa. Da segnalare infine la sensibile ripresa dei voli charter, su cui viaggiano gruppi che hanno scelto vacanze organizzate ma dove sono a disposizione anche alcuni posti da acquistare singolarmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (7) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
luigi ravasio scrive: 08-08-2017 - 08:48h
Tutto ovviamente in barba a tutte le lamentele di mezza Bergamo che trascorre la bollente estate sotto le famigerate nuove rotte in vigore dal 22 giugno e immediatamente sospese dal nostro sig. Sindaco che non si sa dove sia finito, sta già occupando la poltrona della regione ?
Gianluigi Locatelli scrive: 06-08-2017 - 12:21h
Sig. Zambetti, dove eravate Voi, quando a protestare erano migliaia e migliaia di persone di vari paesi, e zone di Bergamo ( Colognola in testa ) Forse anche ridevate della cosa perché era lontana anni luce da Voi. Magari Lei, era tra quelli che metteva pollice verso ai molti commenti contro questa struttura fuori legge e senza canoni di sicurezza, oltre che estremamente inquinante. Ora che la cosa Vi tocca, proteste, raccolta firme ecc. ecc. Non dico che quello che sta' accadendo sia corretto, ma questo evidenzia sempre più, come se ce ne fosse bisogno, che questo aeroporto, non dovrebbe essere dove sta'. Evidenzia ancora di più, i molti problemi che crea, che mette gli uni contro gli altri. Ecco la realtà. Dobbiamo coalizzarci per far si, che questo obbrobrio venga trasferito in zona più idonea, e la smettano di pensare solo al profitto, chiudendo gli occhi su tutto il resto.
leonardo18z
Leonardo Zambetti scrive: 06-08-2017 - 17:27h
Senta non faccia commenti ridicoli, io ho sempre sostenuto lo stop allo sviluppo indiscriminato di Ammorborio anche quando non ne ero direttamente toccato perché la situazione era ed è evidente. Vada a rileggersi i commenti dei mesi e anni scorsi se non ci crede. Nessuno ha mai riso.
luigi ravasio scrive: 06-08-2017 - 11:37h
Sig. De Rossi, mi associo al commento del sig. Locatelli e inoltre Le do un consiglio d'amico: vada per un po' in montagna a rinfrescarsi le idee.
Gianluigi Locatelli scrive: 05-08-2017 - 19:28h
Ovviamente tutto questo, a beneficio dell'inquinamento e della sicurezza. Sig. De Rossi, c'è una proposta per costruire un aeroporto al Suo paese, la pista proprio parallela a casa Sua. Anzi casa Sua andrà rasa al suolo per fare spazio. Cosa ne pensa ??????
Vedi tutti i commenti