Sciopero dei controllori di volo Ryanair cancella 14 voli su Orio

Sciopero dei controllori di volo
Ryanair cancella 14 voli su Orio

Giornata difficile nei cieli italiani. La compagnia: verificate il vostro volo on line

«Siamo spiacenti di essere stati costretti a cancellare una serie di voli nella giornata di oggi (20 marzo) a causa di uno sciopero dei sindacati dei Controllori del traffico aereo italiani. Ci scusiamo profondamente con tutti i clienti i cui piani di viaggio sono stati interrotti da questi scioperi ingiustificati; i passeggeri sono stati contattati via e-mail e Sms per informarli circa le loro opzioni. Purtroppo saranno possibili ritardi dei voli e ulteriori cancellazioni e consigliamo a tutti i clienti che hanno in programma di volare da o per l’Italia nella giornata di oggi di verificare lo stato del proprio volo sulla homepage del sito Ryanair.com - dove saranno pubblicati gli aggiornamenti - prima di partire per l’aeroporto» spiega la compagnia irlandese. I voli da e per Orio cancellati sono finora 14.

«Invitiamo tutti i clienti a firmare la petizione promossa da Airlines For Europe (A4E) «Keep Europe’s Skies Open», per aiutare a proteggere l’Europa da ripetute interruzioni da parte dei sindacati dei Controllori del Traffico Aereo» conclude Ryanair.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (3) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Gianluigi Locatelli scrive: 20-03-2017 - 18:26h
Semplice : perché questo aeroporto, fuori legge, non ha ragione di esistere dove si trova in questo momento. Continuerò a scriverlo, finché avrò vita. Spero di vivere ancora a lungo, sempre se L 'AEROPORTO lo permette. E chi se ne frega, dei pollici verso il basso. !!!!!!
Ivanfa72
Igor Filisetti scrive: 20-03-2017 - 21:36h
Lo dici tu che è fuorilegge...
mauro rossi scrive: 20-03-2017 - 23:08h
Meglio che se ne faccia una ragione allora perché l'aeroporto è ancora in crescita
Gianluigi Locatelli scrive: 20-03-2017 - 15:51h
Speriamo che chiudano tutto, vita natural durante.
Ivanfa72
Igor Filisetti scrive: 20-03-2017 - 16:03h
perchè?
mauro rossi scrive: 20-03-2017 - 23:07h
Chi ci lavora potrebbe dirle "speriamo vada ad abitare da un altra parte", giusto per mantenere lo stesso livello di commenti
ALDA MARIA PIRALI scrive: 20-03-2017 - 15:50h
Ben vengano questi scioperi ogni tanto, così si riesce a respirare un po'...
Ivanfa72
Igor Filisetti scrive: 20-03-2017 - 16:03h
tu...falsa buonista...ti sposti a piedi???
ALDA MARIA PIRALI scrive: 20-03-2017 - 16:25h
Mi sposto anche in aereo, ma non me la prendo più di tanto certo per le rivendicazioni sindacali (anche se queste sono sempre a scapito di gente che non centra nulla). E' accaduto molte volte pure a me di dovermi riorganizzare il volo, e l'ho fatto! Anche se talvolta uso l'aereo e quasi sempre l'auto, non vuol dire che mi piaccia respirare gas di scarico...quindi in occasione degli scioperi del trasporto non riesco a non essere contenta di respirare aria meno inquinata. P.S.: io non sono né falsa né buonista. Ogni volta che mi aggrada metto per iscritto quello che penso sui vari argomenti qui trattati, e questo è tanto...ok? Alda
Paola Grandi scrive: 20-03-2017 - 17:04h
Quindi ha il record mondiale di apnea, immagino. Ricordo sempre che in Lombardia il 45% delle polveri sottili è causato da stufe a pellet e simili. Quindi per respirare meglio forse è il caso di diminuire le dispersioni di calore e abbassare la stufa, più che aspettare lo sciopero dei mezzi pubblici (che non è vero che migliorano la qualità dell'aria, la peggiorano al massimo).