Detective Penny Pepper  Chi ha rapito Giastin?

Detective Penny Pepper
Chi ha rapito Giastin?

Nato dalla felice intuizione della scrittrice Ulriche Rylance e della giovane illustratrice Lisa Hänsch, Detective Penny Pepper è una serie che ha conosciuto molto successo all’estero e di cui Mondadori Electa pubblica il primo volume «Detective Penny Pepper. Chi ha rapito Giastin?»

Scritte con una incredibile fantasia lessicale e illustrate con un tratto fresco e ironico, le vicende di Penny Pepper sono rivolte al pubblico di giovanissime lettrici che sapranno immedesimarsi nella protagonista e appassionarsi alle mille avventure che potranno vivere insieme.

Penny Pepper è una bambina di 10 anni e sogna di fare la detective. Il sogno si avvera il giorno della festa di Flora, l’odiosa, prepotente e viziata compagna di scuola. Quando viene rapito il cane Giastin, Penny viene accusata ingiustamente, ma è proprio in questa occasione che il suo sogno prende corpo: detective Penny inizia la sua inchiesta in un turbine di domande ad amici e vicini di casa, avanzando osservazioni pseudo scientifiche e supposizioni strampalate. Perché come suggerisce il suo nome, Penny Pepper è proprio un bel peperino: furba, sfacciata, irresistibilmente irriverente. E infatti raggiungerà il suo scopo nel giro di pochi giorni.

Ulriche Rylance nata nel 1968, è un’affermata autrice tedesca di libri per bambini. In Germania la sua fortunata collana Penny Pepper è stata premiata nel 2015 con il Hansjörg-Martin-Krimipreis, il principale riconoscimento di romanzi gialli per ragazzi. Dal 2001 vive e lavora a Seattle (USA), con la famiglia: il marito, due bambine e due deliziosi cagnolini.

Lisa Hänsch nata nel 1988, è un’illustratrice tedesca. Oltre a illustrare libri per bambini e ragazzi, è autrice di fumetti e cartoni animati per la tv. Vive e lavora tra Colonia e Bonn.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare