Premio letterario Zanibelli Iscrizioni entro il 30 giugno

Premio letterario Zanibelli
Iscrizioni entro il 30 giugno

C’è ancora tempo fino al 30 giugno per partecipare al Premio letterario Zanibelli, arrivato alla quinta edizione, e riservato alle storie che si prendono cura delle persone. Possono partecipare opere letterarie che raccontano la salute, le tematiche sanitarie e l’esperienza di malattia attraverso la narrazione.

Il Premio - tutt’oggi unico nel suo genere in Italia – è aperto a testi narrativi editi (per questi la scadenza è imminente, il 15 giugno) e inediti, e ha come obiettivo quello di sostenere l’importanza e il valore della narrazione come strumento fondamentale dal punto di vista sociale e terapeutico. Il miglior inedito sarà pubblicato grazie alla collaborazione con Cairo Editore. La giuria, presieduta anche quest’anno da Gianni Letta, vanta come sempre personalità del giornalismo, dell’imprenditoria, della medicina, della politica e della cultura italiana. I finalisti parteciperanno alla cerimonia di premiazione il 10 ottobre presso l’Ambasciata di Francia a Roma.

Durante la serata saranno annunciati i vincitori di entrambe le sezioni. Sempre in occasione della cerimonia di premiazione, la giuria attribuirà il premio «Personaggio dell’anno» in ambito sanitario, destinato alla persona ritenuta meritevole per aver contribuito ad una migliore comprensione delle dinamiche in ambito sanitario o clinico, e il premio «Il valore della ricerca clinica», attribuito a un giovane di massimo 27 anni di età che avrà saputo tracciare, attraverso il proprio elaborato, il futuro della ricerca clinica nei prossimi 10 anni, facendo riferimento alle dinamiche in ambito sanitario o clinico, e il premio «Il valore della ricerca clinica», attribuito a un giovane di massimo 27 anni di età che avrà saputo tracciare, attraverso il proprio elaborato, il futuro della ricerca clinica nei prossimi 10 anni, facendo riferimento alle dinamiche e alle tecnologie in atto nel settore sanitario.

Il vincitore avrà l’opportunità di svolgere uno stage annuale presso l’Unità di ricerca clinica di Sanofi Italia. Commenta Gianni Letta, presidente di giuria: «Le storie dei pazienti e di chi se ne occupa - famigliari, medici e caregiver - possono sensibilizzare cittadini e istituzioni, dando voce a chi non ne ha e aiutando le persone a condividere la malattia, uscire dall’isolamento e trovare la forza di lottare. Sono orgoglioso di poter presiedere anche quest’anno la Giuria del Premio, composta da importanti istituzioni in ambito sanitario, esperti di salute e informazione». Per informazioni e per il bando completo consultare il sito www.sanofi.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare