Auto invadono il marciapiede a Cisano Il sindaco chiama e le fa multare

Auto invadono il marciapiede a Cisano
Il sindaco chiama e le fa multare

«Il mio intervento aveva come obiettivo quello di sensibilizzare i cittadini sulla necessità di un maggiore senso civico: in questo modo diventa più facile per le persone potersi muovere senza affrontare disagi».

Con questa dichiarazione il sindaco di Cisano Andrea Previtali racconta l’episodio che ha fatto registrare il suo intervento per fare multare auto in sosta selvaggia. I fatti sono accaduti domenica in pieno centro cittadino, in via Mazzini, a lato dell’ex statale Briantea, a poca distanza dalla piazza della stazione ferroviaria, in direzione verso il palazzo municipale. Proprio il primo cittadino, nel passare, ha visto due auto parcheggiate sul marciapiede. «Una posizione – spiega il sindaco – che in quel momento ha costretto una signora che viaggiava su una carrozzina a tornare indietro ed effettuare un tragitto più lungo per raggiungere la zona dove era diretta. Mi sono così premurato di chiamare i carabinieri della locale stazione che hanno provveduto a fare spostare le due auto, oltre a elevare la sanzione ai proprietari delle auto. Tra l’altro, a poco meno di trenta metri dal marciapiede si trova un parcheggio, in quel momento liberissimo».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 29 agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (6) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
LIDIA77
LIDIA BOFFELLI scrive: 29-08-2017 - 23:48h
Ha fatto bene, ma che bisogno c'è di scriverci un articolo?
Andrea Pontiggia scrive: 29-08-2017 - 08:57h
Ha fatto benissimo, io avrei fatto pagare anche la rimozione forzata vista la situazione, ma x qualcuno avrà voluto "far cassa"!
pippo calo' scrive: 29-08-2017 - 08:05h
Senza scomodare i carabinieri , con un po di coraggio il sindaco poteva sanzionare personalmente le autovetture
Dany Pedrazzoli scrive: 29-08-2017 - 13:07h
No, a Cisano c'è una caserma e quindi il sindaco non ha quel potere. Rischierebbe l'abuso d'ufficio e annullamento di tutte le multe.
Claudio Cesana scrive: 29-08-2017 - 13:07h
È da quando un sindaco può multare ???
Graziano Rosponi scrive: 29-08-2017 - 15:17h
? E come? Non mi risulta che i Sindaci vadano in giro con in tasca il blocchetto delle multe.
Dany Pedrazzoli scrive: 29-08-2017 - 21:51h
è molto complesso da spiegare in quattro righe, comunque la risposta è si. Le competenze del Sindaco sono disciplinate dagli artt. 50 e 54 del TUEL, di cui al d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali. In sintesi ci sono due casi: * Comune in cui vi sia una stazione dei carabinieri, polizia di Stato, guardia di finanza il Sindaco non è ufficiale di polizia giudiziaria e in tal caso non può compiere servizi di polizia stradale e non può elevare multe, configurandosi, in caso contrario, un chiaro esempio d'abuso d'ufficio, previsto dall'art. 323 c.p. * Comune nel quale non vi sia una stazione dei carabinieri, polizia di Stato, guardia di finanza il Sindaco è ufficiale di polizia giudiziaria e di conseguenza può elevare multe ed espletare del tutto legittimamente i servizi di polizia stradale, previsti dall'art. 11, comma 1 e 2, C.d.S. spero sia chiaro.
maurilia
maurilia lanfranchi scrive: 29-08-2017 - 07:38h
Ben fatto!
Vedi tutti i commenti