La mozzarella fatta dai carcerati? Il latte arriva dalla Val d’Adda

La mozzarella fatta dai carcerati?
Il latte arriva dalla Val d’Adda

È già in commercio «La Dozza», la mozzarella di latte di bufala prodotta nel caseificio della casa circondariale di Bologna in cui lavorano quattro detenuti con la supervisione di un casaro dell’azienda pugliese «Liberiamo i sapori», e la collaborazione di «I Freschi», che ne cura la commercializzazione.

La mozzarella fatta dai carcerati?
Il latte arriva dalla Val d’Adda

È già in commercio «La Dozza», la mozzarella di latte di bufala prodotta nel caseificio della casa circondariale di Bologna in cui lavorano quattro detenuti con la supervisione di un casaro dell’azienda pugliese «Liberiamo i sapori», e la collaborazione di «I Freschi», che ne cura la commercializzazione.