Il teatro è «Vivo» con il Tascabile

Il teatro è «Vivo»
con il Tascabile

Teatro Tascabile presenta «Il Teatro Vivo 2017», progetto di promozione e diffusione della cultura teatrale contemporanea giunto alla 20esima edizione.

«La Necessità e il Rischio. 40 anni dopo l’Atelier di Bergamo sul Teatro di gruppo»
Dal 19 ottobre al 26 novembre torna l’appuntamento con “Il Teatro Vivo”, progetto di TTB Teatro tascabile di Bergamo-Accademia delle Forme Sceniche e IXO Istituto di Culture Sceniche Orientali, realizzato in convenzione con l’Amministrazione comunale di Bergamo e Regione Lombardia, con il sostegno di Fondazione della Comunità Bergamasca, Fondazione ASM, Fondazione MIA, Sunsaving srl e con la collaborazione di Teatro Caverna. Il Tascabile è inoltre soggetto riconosciuto dal MIBACT Ministero per i Beni e le attività Culturali e del Turismo.

6 spettacoli, 6 incontri, 3 masterclass, 2 dimostrazioni e 1 seminario compongono la XX edizione della rassegna intitolata “La necessità e il rischio”, quest’anno dedicata all’ “Atelier Internazionale sul Teatro di Gruppo” che si svolse a Bergamo nel 1977 con il patrocinio dell’UNESCO. Da quell’evento (a cui presero parte circa 270 ospiti per oltre 40 gruppi teatrali, giornalisti, intellettuali provenienti da Europa, Asia, Africa e America Latina) e dalla nostra città si andò affermando quel movimento teatrale definito da Eugenio Barba “Terzo Teatro”, che ha caratterizzato la storia del teatro internazionale a partire dalla fine degli anni ’70.

Sono passati quarant’anni. Quanto di quel che allora è nato a Bergamo influisce ancora? Quanto è scomparso, ma avrebbe ancora valore? Quanto è stato rifiutato? Con Eugenio Barba e i suoi attori, alcuni intellettuali e gruppi storici del Terzo Teatro e i giovani gruppi del teatro bergamasco, Il Teatro Vivo 2017 propone una riflessione su questa esperienza storica e sulla sua evoluzione. Si inizia giovedì 19 ottobre con quattro giorni dedicati al Maestro Eugenio Barba e ai suoi attori dell’Odin Teatret (Danimarca), per mostrare la cultura dell’attore che si è sviluppata dal movimento del Teatro di gruppo. Una dimostrazione di lavoro e una masterclass pratica a cura di Tage Larsen (“La vita degli oggetti di scena” 19/10 h 21 e “Presenza e spontaneità in collaborazione” 20/10 sede TTB) precedono lo spettacolo “Ave Maria” con Julia Varley (20/10 h 19 Auditorium Loreto) e le due masterclass a cura di Eugenio Barba e Julia Varley (“Gli spazi del teatro” e “Pensare per azioni” 21/10 sede TTB). Chiudono la presenza dell’Odin a Bergamo l’incontro “La necessità e il rischio: la lezione dell’Atelier di Bergamo sul Teatro di gruppo (1977)” con Eugenio Barba e Franco Ruffini (20/10 h 21 Auditorium di Loreto) e la presentazione dell’ultimo libro di Eugenio Barba e Nicola Savarese, “I cinque continenti del teatro. Fatti e leggende della cultura materiale dell’attore” (21/10 h 21 Sala Piatti). Negli stessi giorni il Tascabile presenta lo spettacolo “Rosso Angelico. Danza per un viaggiatore leggero” (20/10 h 17 e 22/10 h 21 sede TTB).

La programmazione prosegue con gli spettacoli “Dialoghi con Trilussa” del Teatro Potlach, tra i principali rappresentanti del Teatro di gruppo (28/10 h 21 sede TTB) e con “Dinosauri” del Teatri del Vento, giovane gruppo che si inserisce nel solco della ricerca sull’arte dell’attore (29/10 h 21 sede TTB). Aprono il primo week end del mese di novembre la conferenza del regista Fabrizio Crisafulli, specialista del “teatro dei luoghi” (4/11 h 17 sede TTB) e uno spettacolo di teatro-danza indiano del Tascabile, un omaggio all’Atelier che per primo ospitò e fece conoscere i Maestri dei teatri orientali (4/11 h 21 sede TTB). Tra gli ospiti anche Claudia Contin Arlecchino con “La guerra del poeta” un Haiku teatrale fra Giuseppe Ungaretti e Egon Schiele che precede la presentazione del suo ultimo libro sulla Commedia dell’Arte (5/11 h 17 sede TTB). Al regista Nullo Facchini (Cantabile 2, Danimarca) il compito, attraverso una conferenza, un laboratorio ed uno spettacolo-dimostrazione realizzato con gli allievi, di sviluppare la conoscenza delle moderne tecniche che regolano il rapporto attore-spettatore nel teatro Human Specific (conferenza 14/11 h 21, laboratorio 15-19/11, spettacolo-dimostrazione 19/11 h 15 sede TTB).

Infine, sui problemi della trasmissione del sapere alle nuove generazioni “Il Teatro Vivo” ospita una sessione di “Per Amore o per Forza”, progetto nato nel 2008 in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo. Ai giovani gruppi della bergamasca e al pubblico sarà data occasione di confrontarsi attraverso la presentazione di tre progetti di formazione teatrale per giovani (25/11 h 18.30 Spazio Polaresco) e l’incontro con lo studioso Franco Ruffini, nume tutelare di “Per Amore o Per Forza” (26/11 h 17.30 sede TTB).

Bergamo Monastero del Carmine, sede TTB via Colleoni, 21. Da giovedì 19 ottobre alle 21 al 26 novembre.
Tutti gli appuntamenti di giovedì 19 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA In collaborazione con Bergamo Avvenimenti