Parzanica, litiga con gruppo di ciclisti  Ne urta due in strada: 22enne nei guai
Denunciato un giovane accusato di aver urtato un gruppo di ciclisti

Parzanica, litiga con gruppo di ciclisti

Ne urta due in strada: 22enne nei guai

È successo sul lago d’Iseo: al culmine di un alterco in strada, li aveva urtati ed era fuggito. Rintracciato, è un 22enne camuno.

Un giovane bresciano di 22 anni, camuno di Piancogno, è stato rintracciato e denunciato con l’accusa di aver urtato, e di non essersi fermato poi a prestare i soccorsi, un gruppo di cinque ciclisti al culmine di un alterco sull’ex statale Sebina Occidentale, la strada litoranea del lago a Portirone, frazione di Parzanica.

Secondo quanto è stato ricostruito, giovedì della scorsa settimana il 22enne stava risalendo la strada verso l’alto lago quando si è trovato sulla sua stessa corsia di marcia il quintetto di ciclisti, anche loro bresciani, che stavano allenandosi facendo il giro del Sebino. Pare che non fossero in fila indiana, ma affiancati l’uno all’altro. Il 22enne li avrebbe apostrofati con veemenza e loro avrebbero risposto a tono. L’alterco è durato qualche secondo, poi l'automobilista è ripartito, ma una volta percorsa una trentina di metri verso la galleria di Portirone, è tornato indietro in retromarcia, urtando - da stabilire se volontariamente, preso dalla rabbia, oppure accidentalmente per andare avanti con la discussione -, due dei ciclisti finendo per schiacciare anche una delle loro bici. Poi è risalito in auto e se n’è andato. Allertati i soccorsi, i due finiti a terra sono stati medicati e uno è stato portato al pronto soccorso di Lovere, con contusioni ed escoriazioni a un braccio e alle gambe. Rintracciato l’automobilista, si tratta appunto di un 22enne camuno, denunciato alle autorità bresciane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA