Capodanno sugli sci nelle valli Poca neve, ma buone presenze - Video
Sciatori a Foppolo (Foto by Rota)

Capodanno sugli sci nelle valli
Poca neve, ma buone presenze - Video

Fine d’anno senza particolari pienoni nelle valli ma comunque, considerato il paesaggio non troppo invernale, operatori turistici mediamente soddisfatti.

Colere, in Valle di Scalve, rimane chiusa, con gravi perdite economiche sia per i gestori degli impianti sia per i commercianti. In Valle di Scalve, quindi, attualmente si scia solo a Schilpario, lungo l’anello di tre chilometri della pista di fondo «Agli Abeti». In Valle di Scalve, nella zona dei Campelli, è aperto ogni giorno il rifugio Bagozza, mentre il rifugio Campione rimarrà sempre aperto fino all’Epifania, poi nei soli fine settimana.

Al Monte Pora si scia lungo le piste Termen e Valzelli, mentre in Presolana lungo la pista del Donico e del campo scuola. Sia a Castione sia negli altri paesi vicini e a Clusone, tante le presenze dei turisti nelle seconde case e negli alberghi, tuttavia con soggiorni brevi. A Spiazzi di Gromo si è sciato sulle due piste della sciovia triposto e sul campo scuola. «Parecchi – ricorda Angelo Testa, proprietario degli impianti di risalita – gli sciatori che sono Anche a Lizzola si scia solo lungo le due piste servite dalla seggiovia Due Baite e sul campo scuola.

Discrete le presenze tra San Silvestro e Capodanno anche in Valle Brembana, da un parte favorite dal bel tempo ma danneggiate dalla carenza di neve vera, soprattutto laddove non è possibile sparare quella artificiale. Le piste per lo sci, infatti, risultano ancora chiuse a Oltre il Colle (sia fondo sia discesa), ai Piani dell’Avaro di Cusio (fondo e discesa) e a Piazzatorre (dove è comunque possibile salire fino al rifugio Gremei grazie al funzionamento della prima seggiovia).

Buone presenze anche a Foppolo dove si scia su cinque piste. Da registrare, ieri, piccoli incidenti in fondo alle piste, con qualche sciatore finito sulla parte non innevata. Chiusi invece ancora i tracciati di Carona e San Simone. Il quasi pieno l’ha fatto ieri, giorno di Capodanno, Piani di Bobbio-Valtorta, con 4.000 ingressi sulle otto piste aperte (servite da sei impianti di risalita).

Due pagine su L’Eco di Bergamo in edicola il 2 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA