Da Sant’Omobono, e di corsa... Ecco l’infermiere più sprint del mondo

Da Sant’Omobono, e di corsa...
Ecco l’infermiere più sprint del mondo

Raffaello Baitelli, 48 anni, del Papa Giovanni XXIII: ha fatto il pieno di medaglie ai «Medigames».

È di Sant’Omobono Terme l’infermiere più veloce del mondo.Si chiama Raffaello Baitelli, dipendente dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, 48 anni, sposato e con tre figli. Alla 37ª edizione dei Medigames, una sorta di olimpiade per professionisti nel settore sanitario (medici, infermieri, veterinari, dentisti, tecnici, amministratori), svoltasi dal 28 maggio al 4 giugno a Maribor, in Slovenia. Baitelli, con la casacca della nazionale italiana, ha fatto incetta di medaglie nell’atletica leggera, ma non solo.

Nella categoria «C» della manifestazione (dai 45 fino ai 54 anni), il «Concorde» valdimagnino è riuscito a vincere la medaglia d’oro nei 200 metri, nei 400 metri e nella staffetta 4x100, medaglia d’argento nei 100 metri, e bronzo nel lancio del disco, del peso e del martello, quarto posto nel lancio del giavellotto. Il suo passato da nuotatore agonistico gli ha permesso di vincere anche una medaglia d’argento nei 100 metri stile rana. A quasi 50 anni ha l’entusiasmo di un ragazzino e tantissima voglia di correre, ancora. La sua regola d’oro è: allenarsi tanto, bene e rispettare il proprio corpo. «Sono allenatore di me stesso – spiega Baitelli – e lavoro tanto sugli esercizi ad alta intensità, seguiti da allenamenti rigenerativi e aerobici. Arrivo anche a otto allenamenti a settimana che cerco conciliare con i turni in ospedale.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo dell’8 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA