Foppolo: la valanga che fece 8 vittime Un superstite: «Così un amico mi salvò»
Foppolo dall’elicottero il 14 gennaio 1977

Foppolo: la valanga che fece 8 vittime
Un superstite: «Così un amico mi salvò»

Quarant’anni fa di notte un boato fragoroso. Una valanga si staccò dalla montagna e investì 12 edifici. 32 i superstiti che ora raccontano come sono scampati alla morte.

Il suono fragoroso ancora lo ricordano, a 40 anni di distanza. Sono gli scampati alla valanga che nella notte tra l’ 11 e il 12 gennaio del 1977 si abbattè su Foppolo . Morirono 8 persone e il paese venne sconvolto. Di quelle ore drammatiche chi c’era conserva un ricordo nitido perché ogni azione ha fatto la differenza tra la vita e la morte. Fulvio Berera, titolare del ristoratore al «K2», è uno dei 32 superstiti, allora aveva 24 anni e stava spalando la neve vicino casa: «Un amico mi convinse ad andare a dormire, fossi rimasto lì sarei stato travolto».

Il fronte dove si staccò la valanga

Il fronte dove si staccò la valanga

Fulvio rientra in casa, dove dorme solo la madre (il padre era morto a Natale, pochi giorni prima). «Il tempo di coricarmi e prendere in mano un libro - continua -. Sentii il tonfo della neve che rompeva le finestra ed entrava in casa. Mamma ha iniziato a urlare, l’ho presa e portata in una casa più a valle, al sicuro. Eravamo entrambi salvi. Se fossi rimasto fuori ancora a spalare neve sarei stato completamente travolto dalla valanga. Chissà dove mi avrebbero trovato».

Il distacco all’ 1,40 All’ una e 40, dal monte Arete, un’ enorme quantità di neve, che alla velocità di 350-400 chilometri l’ ora travolse due condomini, un bar, otto abitazioni, la chiesa. Facendo otto vittime, tra cui due bambini di 8 e 12 anni. Tre furono i feriti, 29 i superstiti usciti illesi dalla neve.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 12 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Stefano Viel scrive: 11-01-2017 - 09:15h
....ma come si fa a costruire un condominio alla base di un canalone chiaramente valanghivo e oltretutto in modo perpendicolare ad esso ?