Punto dal calabrone martedì Muore cacciatore di 51 anni

Punto dal calabrone martedì
Muore cacciatore di 51 anni

È morto nel pomeriggio di giovedì 10 agosto il cacciatore 51enne di Bracca punto da un calabrone l’8 agosto: era andato in shock anafilattico nei pressi di un roccolo, a Spino al Brembo di Zogno. L’uomo stava ripulendo il prato quando nell’erba ha urtato un nido di insetti.

Da martedì il 51enne era in gravissime condizioni al «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo in coma farmacologico. Il fatale incidente in località Tessi di Spino al Brembo, frazione di Zogno, poco dopo le 8 di martedì 8 agosto. Roberto Frigeni, cacciatore di 51 anni, di Bruga di Bracca, aveva accompagnato un amico della frazione Zubioni al roccolo sopra Spino al Brembo, una quindicina di minuti di distanza dalla strada comunale.

I due, amici da tempo, soprattutto nella caccia, avevano deciso di dare una pulita al prato. In particolare Frigeni si sarebbe reso disponibile per dare una mano all’amico. Così i due hanno raggiunto il roccolo e hanno iniziato le operazioni di pulizia, utilizzando anche un decespugliatore.

Da quanto è stato possibile sapere, l’insetto avrebbe punto l’uomo proprio quando Frigeni avrebbe trovato, in mezzo all’erba, un nido di calabroni, urtandolo col tagliaerba. La puntura dell’insetto ha mandato in shock anafilattico il cacciatore, che ha perso conoscenza.

L’intervento dell’amico potrebbe essere stato provvidenziale. Il cacciatore, infatti, ha chiamato subito i soccorsi tramite il 118 e, grazie alle indicazioni al telefono, ha iniziato a praticare un primo massaggio cardiaco all’amico. Nel frattempo erano stati allertati un elicottero, proveniente da Milano, la Croce Rossa di Villa d’Almè e il Soccorso alpino, con i volontari della Valle Brembana.

Il roccolo si trova però ad alcuni minuti di sentiero dalla strada. È stato, quindi, l’elicottero ad atterrare nel prato a poche decine di metri e a recuperare il cacciatore in stato di choc. L’uomo è stato ricoverato in fin di vita all’ospedale «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo dove è morto giovedì pomeriggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA