Zogno piange per Valentina Un anno fa la figlia perse il fidanzato

Zogno piange per Valentina
Un anno fa la figlia perse il fidanzato

Come ogni mattina stava andando dal fornaio di fronte a casa per comprare croissants freschi per la colazione con i figli, ma giovedì il breve percorso che divide la casa dal negozio è costato la vita a Valentina Tagliaferri, 54 anni.

Il medico sopraggiunto con il mezzo del 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso della donna, sbalzata per decine di metri dopo lo scontro con una berlina guidata da un 28enne del paese che è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale. Stando a quanto è stato possibile ricostruire la donna stava attraversando la statale all’altezza del Fornaio Pesenti. Gioved’ verso le 6,10, era ancora buio quando lo signora ha attraversato la strada. Mentre era in mezzo alla carreggiata è sopraggiunta una Mercedes classe C condotta da M.C., 28 anni. Sulla dinamica dell’incidente sono in corso indagini dei carabinieri, ma stando ai primi accertamenti l’auto andava a forte velocità, fra i 75 e gli 80 km all’ora. L’impatto è stato molto violento, la donna è morta a causa dei gravi traumi riportati nell’investimento.

Valentina Tagliaferri aveva 54 anni. Lascia il marito Giorgio e i figli Mara e Marco. Era originaria di Zorzone, in Val Serina. Aveva l’abitudine di andare al panificio la mattina presto per acquistare croissants per la colazione e pizza per il pranzo dei figli, che lavorano a Bergamo e nell’hinterland. Poi andava anche lei a lavorare aiutando nelle faccende di casa alcuni privati. A Zorzone tornava spesso: aveva ancora i genitori e amava fare passeggiate in zona.

Con una tragedia nella tragedia: poco più di un anno fa era morto in un incidente di auto ai Ponti di Sedrina Daniel Ghisalberti, 22 anni, fidanzato della figlia di Valentina, Mara. L’incidente di giovedì ha riaperto il tema da sempre dibattuto sulla sicurezza della rete viaria di Zogno, con questo tratto di provinciale troppo trafficato e pericoloso.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA