Ricordate la multa al carro allegorico? «Troppo alto, ha urtato un ponte»
Il veliero dei pirati

Ricordate la multa al carro allegorico?
«Troppo alto, ha urtato un ponte»

Ricordate la multa alla «barca dei pirati di Endine Gaiano»? Nel viaggio di ritorno dall’ultima sfilata di mezza Quaresima gli agenti della Polizia locale sanzionarono il conducente del mezzo con una pesante sanzione a causa del pennone troppo alto: quasi 2.400 euro da pagare, ritiro della patente e sequestro di 30 giorni per il mezzo di traino.

Non si contarono i post indignati di bergamaschi che ritennero la punizione troppo severa. A qualche mese di distanza arriva un chiarimento da parte del vicesindaco e assessore alla Sicurezza Sergio Gandi che, rispondendo a un’interpellanza depositata dalla Lega Nord, svela il motivo della multa. «In data 25 marzo 2017 sono giunte numerose telefonate presso la centrale operativa di cittadini allarmati che hanno richiesto un intervento in quanto un autoarticolato aveva urtato la campata del ponte presente sulla circonvallazione Paltriniano – si legge nella risposta all’interpellanza -. Come è noto questo genere di incidenti ha causato, in questo ultimo periodo, il crollo di ponti con lesioni a cose e persone. Gli agenti intervenuti hanno constatato che il messo, trasportante un carro allegorico con sembianze di veliero, passando sotto il ponte presente sulla circonvallazione Paltriniano, aveva urtato la struttura con la vela a causa del pennone troppo alto. Dai controlli è emerso che l’autoarticolato superava i limiti del codice della strada: il veliero risultava essere alto 4,70 metri superando così di 0.62 il limite massimo consentito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (10) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
wbenzoni
valter benzoni scrive: 25-07-2017 - 18:09h
Qui il buon senso è andato a farsi friggere!!! Migliaia di euro di multa a quel povero diavolo...mentre ladri, farabutti, imbroglioni e immigrati clandestini se la ridono e fanno festa!!! W L'ITAGLIA!!!
Gianfrancesco Ruggeri scrive: 25-07-2017 - 17:28h
La giustificazione non solo è tardiva ma è persino peggio della multa, l'è pròpe 'na tacunada! Allora ricapitoliamo, il pennone superava i limiti, va bene, ma sostenere che "questo genere di incidenti ha causato, in questo ultimo periodo, il crollo di ponti con lesioni a cose e persone" è ridicolo, oltre che offensivo per quelli del carro allegorico!!!!! Carro allegorico fa cadere ponte? Mi chiedo se non rasentiamo la calunnia... In ogni caso il pennone superava, quindi giusta la multa, va bene, MA E' ASSOLUTAMENTE FUORI DAL MONDO L'ENTITA' DELLA STESSA ED E' QUESTO IL PUNTO!!! Non prendiamoci in giro, non giriamo e rigiriamo la frittata, raccontando di tutto di più, perchè la realtà è che per prendere 2400 euro di multa devi CENTRARE PER 3 0 4 VOLTE Porta Sant'Agostino e buttarne giù un tocco oppure PERDERE 30 BETONIERE SULL'ASSE INTERURBANO!!!! se non vi è ancora chiaro è questo il problema: l'entità della multa!!!!
GianMaria Trovenzi scrive: 25-07-2017 - 16:34h
Beh insomma, sanzionare certi comportamenti sulla strada è giusto, ad ogni modo, vista la particolarissima situazione, non era il caso d'essere così duri.
carla ferliga scrive: 25-07-2017 - 14:32h
Il punto è che si può anche essere elastici, ma se ci sono, come pare, una serie di denunce di cittadini, non si può nemmeno ridere loro elasticamente in faccia e non fare nulla. Poi magari gli stessi - che hanno telefonato allarmati per un pennone di legno di un veliero contro un ponte - mettevano la foto su facebook, il testo della segnalazione e la risposta clemente delle autorità, e infierivano sul mancato intervento, l'inefficenza, blablabla... Il punto qui è che se non intervenivano veniva fuori un polverone, se intervenivano come hanno fatto, idem. Viva l'era di facebook e dei cittadini solerti! Al di là di questo, si tratta anche di rammentare in maniera incisiva che, anche se si costruiscono trabiccoli a scopo ludico, da dilettanti e in perfetta buonafede, vanno tenute in conto tutta una serie di limiti e normative inerenti la sicurezza.
Graziano Rosponi scrive: 25-07-2017 - 23:00h
Si, ma 2400€ e 30 gg di fermo macchina rimanfono una esagerazione, suvvia...
Vedi tutti i commenti