Da Clusone ecco Mirco e Zorro In poche ore salvate 4 persone in Messico

Da Clusone ecco Mirco e Zorro
In poche ore salvate 4 persone in Messico

Benedetto il giorno in cui, nel 2013, mise piede nella sede della Protezione civile di Clusone. Non avrebbe certo immaginato che, dopo anni di formazione e di addestramento del fido Zorro, il pastore australiano che gli era stato regalato due anni prima, avrebbe salvato quattro vite nel giro di poche ore.

Mirco e Zorro, Zorro e Mirco Gallina: insieme costituiscono l’unità cinofila che ieri a Città del Messico ha sottratto dalle macerie, vive, quattro persone. I due eroi giusti nel posto giusto. Pensare che dal 2011 e fino al 2015 la coppia padroncino-cane si godeva con la famiglia le passeggiate nella conca della Presolana, a Cerete per la precisione, dove si erano stabiliti da Milano. Ma il destino (e l’amore unito a un sano richiamo delle origini) ha voluto che due anni fa si trasferissero a Tequisquiapan, 250 chilometri dalla capitale del Messico. Da qui proviene infatti la moglie di Mirco, la pittrice Maria Brunereau.

Una vita da romanzo

Mirko con Zorro

Mirko con Zorro
(Foto by Foto Giuliano Fronzi)

Contattata al telefono, parla di «uno scenario tragico, qui ci sono tantissimi morti e devastazione. Per fortuna in questa disgrazia, è successa una cosa meravigliosa: nelle zone colpite dal terremoto c’è tantissima gente all’opera per aiutare, tutti volontari». Tanti che suo fratello Sebastian, medico, quando si è presentato nella capitale per rimboccarsi le maniche, s’è sentito rispondere che lì era di troppo. Ma arriverà il suo turno, quando la stanchezza dei primi soccorritori si farà sentire. Mirco, 53 anni, a Cerete faceva l’elettricista e ora in Sud America gestisce con la moglie il centro culturale «Caleidoscopio», dedicato soprattutto ai bambini. «È partito ieri alle 18 (martedì, ora locale ndr) per la capitale – spiega la moglie –, era talmente nervoso che non ha nemmeno salutato le bimbe (Aurora di 9 anni e Miriam di 6, ndr). Ha lavorato tutta la notte. La sua squadra ha finora trovato 9 persone, di cui 4 recuperate direttamente da Zorro e Mirco. Oggi (ieri, ndr) mi ha detto che Zorro gli stava dando tante soddisfazioni e che era valsa la pena fare tutto quel lavoro di addestramento, era molto emozionato».

Difficile dire quanto durerà l’impegno del «ceretese di passaggio» tra le macerie. «Hanno fatto valigia per 4 giorni – aggiunge Maria –, ma penso che si fermeranno di più». Intanto Zorro, che ha quasi 6 anni, è diventato un eroe nazionale: la pagina Facebook dei «Bomberos Tequisquiapan» («Pompieri di Tequisquiapan») in cui Mirco e il suo cane erano entrati soltanto un mese fa come unici soccorritori per dispersi, ma anche il profilo social di «Zorro, entrenamiento canino» sono inondati di messaggi.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA