BERGAMO LIBERATION FEST

BERGAMO LIBERATION FEST

Un 25 aprile di festa con i concerti del Maite in Città Alta.

 

Anche quest’anno per il 25 aprile, Festa della Liberazione, non manca l’ormai tradizionale appuntamento pomeridiano con la Bergamo Liberation Fest del Maite, al quadriportico del Palazzo della Ragione in Città Alta.

Per chi vuole condividere anche la convivialità del pranzo il ritrovo è al Maite alle 13,30 con la formula “all you can bring”, ognuno può portare quello che preferisce e si mangia insieme brindando alla festa della liberazione dell’Italia dal nazifascismo.

Dalle 16 alle 20 si susseguono i concerti in piazza, riparati dal quadriportico l’iniziativa si farà anche in caso di maltempo, con l’esibizione di 4 eccezionali gruppi musicali del panorama bergamasco: aprono le danze i Gotto Esplosivo, seguiti dai Servi Disobbedienti, poi dai Funky Lemonade fino a concludere con gli Apocrypha.

L’iniziativa è indicata anche per le famiglie, grazie a un apposito spazio attrezzato per i più piccoli con trucca-bimbi e palloncini sagomati.

I concerti

alle 16 Gotto Esplosivo

Rock band bergamasca attiva dal 2007, apre gli orizzonti a una versione più minimale e popolare. Nasce così il Gotto Esplosivo Rustico – Duo acustico: fisarmonica, chitarra e stomp box, dai brani originali del Gotto ripresi in veste nuova, a cover (probabili e non) di artisti vari.

alle 17,25 Servi Disobbedienti

Collettivo sgangherato e variopinto di giovani musici folkeggianti con base a Bergamo, i Servi Disobbedienti hanno un arsenale di strumenti tradizionali pronti ad esplodere a farvi ballare e saltare.

Violini, flauti, mandolini e fisarmoniche, affiancate da voci potenti e lingue allenate a battere il tamburo. La loro musica vola tra Irlanda e Italia, appollaiandosi su canzoni popolari e brani di cantautori, e saltellando tra italiano, inglese, e dialetti italici, da nord a sud, senza esclusione di colpi, svelando una grande predilezione per le storie del popolo minuto, quelle che parlano di riscatto, gioia e rivoluzione.  

alle 18,50 Funky Lemonade

La band nasce nel 2015 da un’idea dei fratelli Luca e Matteo Coluccia (rispettivamente basso e chitarra), che insieme a Lorenzo Rosmini (batteria) iniziano a suonare sotto il fresco e dissetante nome di “Funky Lemonade”. Dopo l’EP “Funkcedonia” (una macedonia di generi), presentato nel 2017, al progetto si aggiunge una seconda chitarra nella figura di Fulvio Marcarini e una tastiera suonata amabilmente da Marco Ravelli (fonico e polituttofare dei Pinguini Tattici Nucleari). I cinque registrano 9 brani, presentati a inizio 2019, nel primo vero album firmato Funky Lemonade: “Voulez-vouz cachet? (avec moi)”.

alle 20 Apocrypha

Sei ragazzi grintosi e scattanti (e un poco burini) che si muovono nella scena musicale bergamasca da quasi tre anni, sollevando risate sincere coi loro testi ironici, oppure scatenando fianchi ballerini nei loro pezzi più ska, oppure ancora provocando il pubblico con i loro testi più seri (non pochi, ma comunque buoni). 

Alle voci i due fratelli Samuele e Miriam Togni, al basso il bellissimo Manuele Mariani, alla batteria e alla fisarmonica il Motte e il Cipo, alla chitarra il maestro Redi Lamçja!

Da qualche mese portano in concerto il loro primo album, registrato dai siori Ravelli, "Feconda Classe"!