BERGAMOINCONTRA: LETTERE DI NICODEMO

BERGAMOINCONTRA: LETTERE DI NICODEMO

BergamoIncontra: Le lettere di Nicodemo. La vita di Gesù.

 

Il tema scelto quest’anno nasce da una riflessione sul clima oggi diffuso di confusione e paura, che può essere sintetizzato dalle parole del sociologo Ulrick Beck (1944 – 2015): “Su una frase la maggioranza delle persone si trova d’accordo (…) – Non capisco più il mondo –” . Anche il rapporto Censis 2018 arriva a descrivere gli italiani con il termine ‘incattiviti’, come a definire la reazione emotiva che emerge nella maggioranza e sembra predominare.   
Di fronte a una situazione così chi non prova il desiderio di una vera novità?  Ma come rimettere in moto di nuovo il nostro cuore? Abbandonare cinismo, delusione e ricominciare a sperare? Come riavviare un dialogo? 

Rispetto a tali interrogativi una frase del Vangelo ci è sembrata pertinente e incalzante, tanto da proporla come titolo della manifestazione di quest’anno. Ė la domanda di Nicodemo a Gesù: “Può un uomo rinascere quando è vecchio?”  Come Nicodemo anche noi spesso ci ritroviamo chiusi nella nostra cultura, nei nostri pregiudizi, condizionati dalla mentalità dominante, ma non riusciamo a soffocare la necessità che qualcosa di nuovo riaccada, che la vita possa rifiorire continuamente.    
Attraverso incontri, mostre, testimonianze desideriamo portare il nostro contributo per percorrere una strada insieme a chi, come noi, condivide la domanda di Nicodemo. 

Venerdì 28 giugno appuntamento alle 18 per l'inaugurazione della rassegna. A seguire, "Le lettere di Nicodemo. La vita di Gesù". Invito alla lettura del libro di Jan Dobraczyński.

Con la forma del romanzo epistolare Nicodemo racconta a Giusto, suo antico maestro e amico, le sue più intime vicende familiari (l’amore, la malattia e l’agonia della moglie) intrecciandole con il racconto della vita di Gesù, un uomo che lo affascina e lo interroga. Nicodemo è ferito dalla malattia della moglie e giudica questa prova ingiusta e un ostacolo alla sua realizzazione. Tuttavia proprio la sofferenza di Ruth lo obbliga ad uscire dal “già saputo”, per cercare qualcosa o qualcuno che lo possa salvare, che risponda al suo vero desiderio di compimento. Il romanzo di Dobraczyński, dopo più di 60 anni dalla sua uscita, in un mondo pieno di ferite come il nostro, si presenta come una novità, perché documenta che proprio attraverso la ferita può diventare possibile anche per noi intercettare il vero.
Partecipa: Michele Campiotti, membro del Consiglio di Presidenza di Comunione e Liberazione.

Ore 21,15 "Può un uomo nascere di nuovo quando è vecchio?" Incontro sul titolo della 12esima Edizione di BergamoIncontra.
Con l’incontro serale ci aiutiamo a entrare nel vivo del tema della manifestazione, per scoprire insieme l’attualità della domanda di Nicodemo: in una situazione come quella attuale, dominata da confusione, smarrimento e sempre più spesso da paura, come trovare la forza di resistere, la volontà di cambiare? A chi guardare? Come non soffocare il desiderio di una vera novità? Ma è ancora possibile crederci, abbandonare il cinismo, la delusione e ricominciare a sperare? Partecipa: Jesús Carrascosa, docente di filosofia.

 

Locandina