BERGAMOINCONTRA: GIOBBE

BERGAMOINCONTRA: GIOBBE

BergamoIncontra: Giobbe e l'enigma della sofferenza.

 

Il tema scelto quest’anno nasce da una riflessione sul clima oggi diffuso di confusione e paura, che può essere sintetizzato dalle parole del sociologo Ulrick Beck (1944 – 2015): “Su una frase la maggioranza delle persone si trova d’accordo (…) – Non capisco più il mondo –” . Anche il rapporto Censis 2018 arriva a descrivere gli italiani con il termine ‘incattiviti’, come a definire la reazione emotiva che emerge nella maggioranza e sembra predominare.   
Di fronte a una situazione così chi non prova il desiderio di una vera novità?  Ma come rimettere in moto di nuovo il nostro cuore? Abbandonare cinismo, delusione e ricominciare a sperare? Come riavviare un dialogo? 

Rispetto a tali interrogativi una frase del Vangelo ci è sembrata pertinente e incalzante, tanto da proporla come titolo della manifestazione di quest’anno. Ė la domanda di Nicodemo a Gesù: “Può un uomo rinascere quando è vecchio?”  Come Nicodemo anche noi spesso ci ritroviamo chiusi nella nostra cultura, nei nostri pregiudizi, condizionati dalla mentalità dominante, ma non riusciamo a soffocare la necessità che qualcosa di nuovo riaccada, che la vita possa rifiorire continuamente.    
Attraverso incontri, mostre, testimonianze desideriamo portare il nostro contributo per percorrere una strada insieme a chi, come noi, condivide la domanda di Nicodemo. 

Sabato 29 giugno alle 18 "C'è qualcuno che ascolta il mio grido? Giobbe e l’enigma della sofferenza". Dialogo sul mistero del dolore.
Giobbe, l'antico patriarca che “sopporta le avversità”, dà voce a domande che - sopite o brucianti - tutti si sono posti. Il dolore, il male, l'ingiustizia spalancano interrogativi che possono rimanere senza risposta oppure riaprire drammaticamente la partita con il destino a volte tanto misterioso. A Giobbe Bergamo Incontra dedica una bella mostra e un incontro con testimoni d'eccezione. I relatori accompagneranno il pubblico a comprendere che il grido di Giobbe e di chiunque vive nella sofferenza non è rimasto inascoltato, anzi, ha reso più grande la vita.  

Partecipano:
Francesco Beschi, vescovo di Bergamo 
Mario Melazzini, direttore Scientifico Centrale degli Istituti Clinici Scientifici Maugeri Spa SB

Locandina